Ozzano, incidenti stradali: dal 1 gennaio 17 sinistri e 1 decesso

Il sindaco: "I dati parlano di minori incidenti rispetto al 2017 e al 2018 ma occorre investire sulla sicurezza stradale per creare anche dei deterrenti"

Foto archivio

Resi noti dalla Città Metropolitana i dati relativi all'incidentalità stradale per l'anno 2018,  ma anche se in calo i numeri continuano a far 'paura'. Nel corso del 2018 infatti,  in tutti i Comuni della Città metropolitana sono stati registrati 3810 incidenti (circa un centinaio in meno rispetto al 2017), 75  decessi (7 in meno rispetto all'anno precedente) e 5.205 feriti, in questo caso la diminuzione e' abbastanza rilevante, oltre 200 in meno.

E a fare un primo bilancio dopo aver letto i dati è il sindaco di Ozzano, Luca Lelli: "Anche nel nostro Comune - spiega - i dati seguono la tendenza generale e registriamo un calo sia nel numero degli incidenti, 40 contro i 44 del 2017, che dei feriti,57 contro i 62, mentre il numero dei decessi rimane stabile: un decesso sia nel 2017 che nel 2018. La tendenza rimane in diminuzione anche nei primi sei mesi del 2019. Dal 1 gennaio ad oggi, infatti, sono stati registrati 17 incidenti dei quali 4 senza feriti, 12 con feriti di media entità, e 1 decesso".

E ancora: "Investire sulla sicurezza in generale e in particolare su quella stradale deve essere una priorità  anche per le Amministrazioni comunali. In questo ultimo anno abbiamo investito nell'acquisto di telecamere che sono state poste ai varchi di accesso al Paese, comprese le frazioni di Ponte Rizzoli e Mercatale. Queste telecamere, attive 24 h su 24, servono sia ai fini della sicurezza, in quanto registrano i passaggi dei veicoli e vengono utilizzate anche dalle Forze dell'Ordine per indagini giudiziarie, sia ai fini del Codice della Strada perchè permettono, tramite la registrazione delle targhe degli autoveicoli, di poter effettuare un controllo sull'assicurazione, sulla revisione e furto di auto. Maggiore impatto sulla viabilità e quindi sulla sicurezza sulle strade, deriva sicuramente  dal monitoraggio degli impianti semaforici del centro abitato, dotati quasi tutti di telecamere, che vengono gestite direttamente dalla nostra Polizia Municipale - conclude il sindaco - e che rappresentano un valido deterrente sulla velocità e sulle infrazioni di passaggio col rosso. Questi dispositivi non devono venire letti solo come strumenti punitivi, ma come deterrenti pre gli automobilisti. Molti incidenti, infatti, avvengono per distrazione e per il non rispetto delle regole del Codice della strada".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scambia la moglie per un ladro e chiama i Carabinieri

  • Ubriaca sul davanzale, cade giù dal terzo piano

  • Scossa di terremoto nella notte, avvertita anche nell'Appennino bolognese

  • E' Natale, a spasso per Bologna: le vetrine più originali

  • Neve in arrivo, non solo in Appennino: "Fiocchi anche in collina e possibili sorprese in pianura"

  • Terremoto Toscana: riaperto traffico treni AV e regionali, ci sono ritardi

Torna su
BolognaToday è in caricamento