Ozzano: accoglienza migranti, requisito immobile industriale

Una ventina di richiedenti andranno ad occupare la struttura, di proprietà privata, requisita direttamente dalla Prefettura di Bologna

Requisito un immobile indistriale che sarà adibito all'accoglienza dei richiedenti asilo. 

"Ozzano ha sempre avuto un cuore grande - scrive il primo cittadino Luca Lelli su Facebook -  quando si è trattato di far fronte a difficoltà ed opere benefiche la risposta è sempre stata ottima. Mi auguro che anche con queste persone lo spirito di accoglienza e la generosità degli ozzanesi possa fare la differenza".

Una ventina i migranti andranno ad occupare la struttura, di proprietà privata, requisita direttamente dalla Prefettura di Bologna. L'immobile che ha potenzialità di capienza anche superiori ma che verrà utilizzato solo per la parte degli uffici resterà a disposizione delle operazioni fino al 30 ottobre prossimo, all'interno sarà sempre presente il personale che gestirà l'accoglienza.

"In base al numero di abitanti ogni comune ha un obiettivo di persone da accogliere - si legge - noi da tempo eravamo sotto la soglia prevista mentre altri comuni già ne accolgono in maniera stabile. Appena arriveranno cercheremo di capire quali azioni si potranno mettere in campo facendo rete con i cittadini, con le parrocchie e con le associazioni del territorio". 

MIGRANTI IN CITTA'. Nei primi tre mesi del 2017 sono arrivati 2.067 migranti all'hub regionale di via Mattei, mentre oltre 25.000 sono quelli transitati dalla struttura dalla sua apertura nel luglio del 2014.

Sono i dati sull'accoglienza di richiedenti adulti e rifugiati, adulti e minori, nel territorio metropolitano di Bologna aggiornati al 31 marzo 2017.

2.032 persone sono state trasferite, 237 si sono allontanate volontariamente, 88 hanno rinunciato all'accoglienza, per quattro è stato emesso un decreto di decadenza dell'accoglienza. In media sono rimasti nell'hub 15 giorni. La maggior parte delle persone arrivate ha tra 18 e 25 anni, solo quattro hanno più di 50 anni.

PAESI DI PROVENIENZA. Arrivano da 35 Paesi diversi, ma per la maggior parte provengono da Nigeria, Guinea, Bangladesh, Senegal, Costa d'Avorio, Gambia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

MINORI. Nei primi tre mesi del 2017 sono 161 di cui 30 nell'hub minori e 131 nella comunità di pronta accoglienza, di cui 23 femmine. Arrivano da Guinea, Gambia, Nigeria. Nella comunità di pronta accoglienza sono presenti anche albanesi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 2 aprile: i dati comune per comune

  • Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 29 marzo: i dati comune per comune

  • Coronavirus Emilia Romagna, bollettino 30 marzo: contagi +412, 95 morti

  • Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 31 marzo: i dati comune per comune

  • Coronavirus Emilia Romagna, bollettino 29 marzo: contagi +736, altri 99 morti

  • Coronavirus Emilia Romagna, bollettino 2 aprile: +546 contagi, si contano ancora 79 morti

Torna su
BolognaToday è in caricamento