Ozzano, aveva mini-serra di marijuana in casa: giovane nei guai

Scoperta dai Carabinieri una coltivazione in-door, con tanto di materiale per lo spaccio. Un ragazzo arrestato e condannato per direttissima a sei mesi di carcere

Solo 18 anni, ma già aveva messo in piedi un mini-laboratorio per la produzione e il confezionamento della marijuana. E' finita ieri mattina l'attività 'imprenditoriale' di un neo maggiorene, arrestato dai Carabinieri di San Lazzaro di Savena, durante una perquisizione domiciliare delegata dalla Procura della Repubblica di Bologna. L'accusa è detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Al momento del blitz, avvenuto al terzo piano di un appartamento situato in uno stabile di Ozzano Emilia, i Carabinieri hanno scoperto una serra adibita alla coltivazione di sei piantine di marijuana, del materiale adatto al confezionamento e campionamento della sostanza stupefacente ottenuta, un po’ di hashish e una bilancina di precisione. Il giovane si è assunto la responsabilità dei fatti e su disposizione della Procura della Repubblica di Bologna, è stato tradotto in cella fino a questa mattina, quando è stato tradotto presso le aule giudiziarie di Bologna.

In sede di rito direttissimo, l’arresto è stato convalidato e il giovane è stato condannato a sei mesi di reclusione e 1.200 euro di multa più il pagamento delle spese processuali.   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus cinese: cos'è, come si diffonde e come proteggersi

  • Incidente a Budrio: un morto e un ferito sulla Trasversale di Pianura

  • La dea bendata bacia il Christian bar: in via Toscana vinto 1 milione di euro

  • SPECIALE | Elezioni regionali Emilia Romagna 2020: dalle interviste ai candidati a tutte le info utili al voto

  • People Mover, avvio il 7 marzo per la navetta veloce tra aeroporto e stazione

  • Regionali Emilia Romagna 2020, tutti i programmi elettorali

Torna su
BolognaToday è in caricamento