Il papa riconosce il miracolo di padre Marella: presto la beatificazione

Probabilmente, la cerimonia si svolgerà a Bologna dove don Marella ha operato

Il 28 novembre 2019 papa Francesco ha autorizzato la Congregazione per le Cause dei Santi a promulgare il decreto che riconosce il miracolo avvenuto per intercessione del Venerabile bolognese. Lo ha reso noto oggi il Bollettino della Sala stampa della Santa Sede. Diventa così certa la beatificazione, si resta in attesa di conoscere la data della cerimonia che, probabilmente, si svolgerà a Bologna dove don Marella verrà così proclamato Beato.

Padre Marella "E' stato il papà di tutti, cattolici e laici" 

Olinto Marella nacque a Pellestrina (VE) il 14 giugno 1882, è morto il 6 settembre 1969 a San Lazzaro di Savena (BO). “E’ un giorno di grande gioia per tutta Bologna e per i devoti di padre Marella nella nostra comunità, in Italia e all’estero – afferma l’arcivescovo di Bologna, cardinale Matteo Zuppi – e siamo grati per questo riconoscimento della Chiesa. Attendiamo con fiducia ed entusiasmo di conoscere la data del giorno della beatificazione. Vogliamo vivere questa occasione per approfondire la sua testimonianza, che ha fatto bene a tante persone. Padre Marella, cristiano e prete, non accettava fatalisticamente la povertà che, allora come oggi, condanna tante persone ma con fermezza, 
determinazione, intelligenza, progettualità cercava e offriva delle risposte. Lo invochiamo fin d’ora come orientamento per tanti naufraghi della vita, che la sua testimonianza accende di speranza”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sente rumori sospetti in casa e spara, ucciso un uomo

  • Lega: "A Bologna party universitario blasfemo, intervenga il Rettore"

  • Incidente a Casalecchio: pedone investito all'incrocio

  • Terremoto Toscana: riaperto traffico treni AV e regionali, ci sono ritardi

  • Morti in incidenti stradali: Bologna la più colpita, diventa obbligatorio l'alcol-lock

  • Scossa di terremoto nella notte, avvertita anche nell'Appennino bolognese

Torna su
BolognaToday è in caricamento