Panettone a 5 stelle sotto le due torri”, la prima edizione al Majestic

Alcuni dei migliori interpreti del dolce simbolo del Natale saranno ospiti del 5 stelle bolognese: il 10 novembre al Grand Hotel Majestic va in scena un viaggio alla scoperta della tradizione artigianale del panettone con le migliori pasticcerie dell’Emilia-Romagna selezionate da Antonietta Mazzeo, editorialista di enogastronomia.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BolognaToday

Per ogni pasticcere il panettone rappresenta il banco di prova più impegnativo dell’anno. È come un rituale: bisogna inseguire i “capricci” del lievito madre, azzeccare tempi di lavorazione, miscelazione, cottura. Il risultato, però, è una festa per i sensi. Ecco perché sabato 10 novembre il Grand Hotel Majestic "già Baglioni” accoglierà alcuni dei migliori interpreti, in Emilia-Romagna, della cosiddetta “arte bianca”. “Panettone a 5 stelle sotto le due Torri” è la prima edizione di una rassegna interamente dedicata a questo dolce natalizio nella versione rigorosamente - e squisitamente – artigianale, realizzata con materie prime eccellenti. Le sale del prestigioso ed unico hotel 5 stelle lusso di Bologna si apriranno al pubblico, dalle 14.00 alle 20.00, per una degustazione di panettoni selezionati dall’editorialista di enogastronomia di La Madia Travelfood Antonietta Mazzeo. Partecipano Pasticceria Giamberlano, Forno Brisa, Pasticceria Dolce Salato, Pasticceria Le Delizie e Pasticceria Lazzarone. In degustazione Regina di Quadri e Nuova Pasticceria Lady, affiancati da una selezione di etichette appositamente scelte dall’Associazione Le Donne del Vino Emilia Romagna e dalle pregiate miscele di tè “Damman Frères”. Un’occasione unica per conoscere, degustare e acquistare panettoni artigianali d’eccellenza, realizzati secondo metodi produttivi rigorosi, senza conservanti, semilavorati e additivi industriali. In fondo questo dolce ha una sua tradizione locale, in Emilia-Romagna: lo si trova, sotto forma di ricetta appena semplificata, anche nella famosa Bibbia gastronomica del romagnolo Pellegrino Artusi. Costo ingresso: 10 euro. Bambini gratuiti fino a 12 anni.

Torna su
BolognaToday è in caricamento