Passante nord, 'tutti contro ma si farà'. Gabellini: "Opera di un'altra era"

Sel e M5S lodano l'assessore all'urbanistica Gabellini, 'che ha avuto il coraggio di dire la verità' sull'opera, considerandola ormai desueta. Anche la Lega vs il passante: presenta risoluzione per chiedere a Bonaccini di rivedere la sua posizione. Dall'Altra destra, invece, lo si sprona: 'Non rinviare più il passante'

La Lega nord, con una risoluzione all'Assemblea legislativa, chiede alla Giunta Bonaccini di rivedere la propria posizione, espressa anche recentemente, a favore del Passante nord di Bologna in quanto opera di importanza strategica nazionale e quindi da realizzare. "Alla luce dei numerosi pareri contrari e critici nei confronti dell'opera", il Carroccio invita ad "esaminare soluzioni alternative per mantenere le risorse sul territorio e completare le opere stradali minori ferme da decenni". A firmare la risoluzione è Daniele Marchetti, consigliere regionale della Lega spiegando così la sua iniziativa: "Contro la realizzazione dell'infrastruttura si sono già espresse le organizzazioni professionali agricole e le associazioni ambientaliste, così come ha fatto il Consiglio comunale di Castenaso bocciando la realizzazione del Passante nord in tutte le sue varianti". L'esponente del Carroccio ripesca anche il parere del 2013 di Autostrade che di fatto "confermava la mancanza degli elementi necessari a garantire la fattibilità tecnico-economica dell''iniziativa, tenendo conto dei risultati registrati in termini di modesti benefici trasportistici, consistenti impatti territoriali ed ambientali e la scarsa sostenibilità dell''analisi costi-benefici". I fondi a disposizione, conclude Marchetti, "sono vincolati alla risoluzione dei problemi del nodo stradale bolognese e non necessariamente alla realizzazione del Passante Nord. Per questo, invito la giunta Bonaccini a rivedere la posizione assunta e ad esaminare soluzioni alternative per mantenere le risorse sul territorio e completare le opere stradali minori ferme da decenni".

ASSESSORE URBANISTICA: SERVIVA A DECENTRAMENTO, VA RICONSIDERATO- "Il Passante nord? E'' stato concepito all'inizio degli anni '90, un'altra era. Va riconsiderato da questo punto di vista". Dosa le parole, Patrizia Gabellini, ma non nasconde, come urbanista, le riserve sul progetto di bretella autostradale a nord dell'attuale tangenziale-autostrada, ancora al centro di mille discussioni, soprattutto dopo lo stop dei sindaci. Nel piano provinciale che lo accolse quando fu concepito, sottolinea l'assessore all'Urbanistica della giunta Marola, il Passante "era legato ad una operazione di decentramento di alcune funzioni, come Fiera e Università". Doveva essere il "supporto" di questa trasformazione. Ma "oggi le condizioni sono completamente modificate, adesso stiamo parlando di riqualificazione in loco". Dal punto di vista strettamente urbanistico, dunque, il Passante nord è quantomeno superato.
"Tra urbanisti e trasportisti- sottolinea Gabellini- non c'è convergenza di vedute oggi. Gli urbanisti sono molto preoccupati perchè abbiamo preso una strada che sembra portarci ad un vicolo cieco. Un urbanista non puo'' che vedere con preoccupazione un intervento infrastrutturale che impermeabilizza il suolo". Gli studi, sottolinea Gabellini, rivelano che un ruolo decisivo hanno in questo senso infrastrutture come strade e ferrovie, più ancora delle abitazioni. Poi "a Bologna il problema infrastrutturale è diventato generalizzato ma in tutto il paese le trasformazioni sono lente. Noi funzioniamo così e adesso ci troviamo a vivere in un periodo in cui tutto galoppa e siamo in difficoltà". Così l'assessore ha risposto a domande sul Passante nord questa mattina nel corso di una conferenza stampa dedicata al Poc sulla riqualificazione di aree dismesse presentato a Palazzo D'Accursio.

M5S E SEL: SOLIDARIETA' A GABELLINI. "Un assessore della giunta Merola ha avuto il coraggio di dire la verità. Immaginiamo le critiche e le pressioni che starà ricevendo in queste ore dal Pd e dalle cooperative di costruzioni". Stanno con Patrizia Gabellini i consiglieri comunali M5s Massimo Bugani e Marco Piazza, dopo le parole dell'assessore all'Urbanistica. "Forse queste parole dell'assessore Gabellini- proseguono i due- resteranno solo un lampo di luce, una ginestra sul cemento, ma per complicarle ulteriormente la serata le diamo anche la nostra piena solidarietà".
Sulla stessa lunghezza d'onda Sel. Traspare soddisfazione per le dichiarazioni rilasciate da Patrizia Gabellini, che ha definito il Passante opera di "un'altra era": Egle Beltrami, coordinatrice provinciale dei vendoliani, su Facebook commenta infatti la notizia con un significativo: "Ecco".

PARENTE: VIA ENTRO MARZO; BALDINI: NE VA DI CREDIBILITÀ POLITICI. Di ben diverso avviso l'Altra destra per cui il Passante Nord non va fermato, a costo di lanciare una petizione popolare per salvarlo, già entro la fine di marzo. Il coordinatore AD per la città metropolitana di Bologna, Raffaele Parente, lancia la sfida: "Siamo pronti ad attivare petizione popolare sui comuni interessati". Dalla sua c'è anche il coordinatore regionale del partito, Daniele Baldini, convintissimo che "se l'opera infrastrutturale si bloccasse, gli attuali amministratori perderebbero tutta la credibilità Politica". Visto che anche qualche consigliere regionale chiede alla Giunta di valutare l'opportunità di soluzioni alternative, Parente, coglie la palla al balzo: "Il problema se fare o non fare l'opera non dovrebbe nemmeno porsi", perchè il Passante "oltre che di vitale importanza, non è più rinviabile, dato che la viabilità di Bologna non è più adeguata al numero di automezzi sulle strade". Per Baldini, il passante nord alla fine verrà realizzato ma, comunque sia, "per lo sviluppo del territorio e per le risposte che serve dare nell''immediato, la politica non è più adeguata. Serve una rottamazione generale di quella vecchia", conclude.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Bologna usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sente rumori sospetti in casa e spara, ucciso un uomo

  • Lega: "A Bologna party universitario blasfemo, intervenga il Rettore"

  • Incidente a Casalecchio: pedone investito all'incrocio

  • Terremoto Toscana: riaperto traffico treni AV e regionali, ci sono ritardi

  • Morti in incidenti stradali: Bologna la più colpita, diventa obbligatorio l'alcol-lock

  • Scossa di terremoto nella notte, avvertita anche nell'Appennino bolognese

Torna su
BolognaToday è in caricamento