'Ascolta il pedone che è in te': un singolare post-it per i bolognesi motorizzati

Chi lo ha trovato sull'auto, chi sullo scooter oggi in molte vie del centro. E' l'iniziativa del Centro Antartide per sensibilizzare a una maggiore attenzione per chi invece va a piedi

Chi lo ha trovato sull'auto, chi sullo scooter oggi in molte vie del centro, tra cui via Rizzoli e via Riva Reno. Un post-it con la scritta: “Quando guidi ascolta il pedone che è in te. Siamo tutti pedoni”.

E' l'iniziativa lanciata dal Centro Antartide, con il sostegno del Comune di Bologna, per sensibilizzare i "motorizzati" a una maggiore attenzione per chi invece va a piedi. "Basti pensare che un terzo dei pedoni uccisi viene falciato mentre attraversa diligentemente sulle strisce. Nel 2012 in provincia di Bologna sono rimasti feriti 427 pedoni e ne sono stati uccisi 15. Gli anziani sono la categoria più colpita: ben 11 delle 15 vittime avevano infatti più di 65 anni" segnala il Centro Antartide.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: fermato treno a San Ruffillo. Era un falso allarme

  • Coronavirus, sotto osservazione due persone in Emilia: le analisi al Sant'Orsola

  • Coronavirus: in Emilia Romagna chiuse scuole, asili e luoghi di cultura. Stop a eventi e manifestazioni

  • Coronavirus, due nuovi casi a Modena e uno a Piacenza. In Emilia-Romagna 26 in totale. Venturi: "Proporremo nostra metodica alle altre Regioni"

  • Coronavirus: riminese ricoverato, aveva volato dal Marconi. Positivo anche un altro passeggero dello stesso volo

  • Coronavirus, il sindacato scuola: "Sospendere attività fino all'8 marzo"

Torna su
BolognaToday è in caricamento