Pedopornografia sul web, perquisizioni e indagati anche a Bologna

Indagine a Catania: da un forum istigazione a fare sesso con minorenni. Un arresto e 15 denunce

Perquisizioni anche a Bologna, nell'ambito di una operazione della Procura Distrettuale di Catania ed eseguita dalla Polizia Postale contro la pedopornografia on-line. 15 italiani denunciati, di cui uno tratto in arresto, e circa 200 stranieri, che saranno segnalati alle autorità di vari paesi d'origine.

L’operazione denominata “Showcase”, trae origine da una attività di monitoraggio sul web: su una piattaforma di un Paese estero, di un forum con pagine dedicate alla pornografia minorile contenenti immagini di quella natura nonché commenti che istigavano pubblicamente alla commissione di atti sessuali in danno di minori postati da centinaia di utenti.

La magistratura catanese ha, pertanto, disposto numerose perquisizioni domiciliari ed informatiche nei confronti di 15 indagati, residenti a Belluno, Bergamo, Bologna, Ferrara, Milano, Potenza, Siracusa, Torino, Verona e Vercelli, contestando loro i reati di detenzione e divulgazione di materiale pedopornografico nonché di istigazione a pratiche di pedofilia.

Nel corso delle perquisizioni è stato tratto in arresto un indagato di anni 32 residente a Verona poiché trovato in possesso di centinaia di file pedopornografici di rilevante gravità. (Leggi l'articolo completo su Cataniatoday)

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto a fuoco, morta giovane donna e Porrettana chiusa al traffico per ora

  • Il centro di Bologna diventa il set di "Diabolik": cambia la viabilità

  • Indagine sugli adolescenti bolognesi: l'80% ama la città, ma emergono aspetti 'preoccupanti'

  • Lutto nel mondo della moda, morta Giorgia Mattioli

  • I 10 eventi da non perdere questo weekend

  • Incidente a San Lazzaro: centauro ferito, caccia all'auto pirata

Torna su
BolognaToday è in caricamento