Piazza VIII Agosto: gli offrono della droga, lui rifiuta e scoppia il putiferio

Mentre passeggiava in zona Montagnola, un giovane si è visto proporre del 'fumo'. Rifiutando l'offerta, ha fermato il 'pusher' ed allertato le forze dell'ordine: è nata una colluttazione, poi lo spacciatore ha agguantato dei cocci di vetro e...

Spacciatore in arresto grazie all'intervento di un solerte cittadino, che vistosi offrire della droga, non solo ha rifiutato l'offerta, ma ha anche immobilizzato il 'pusher' allertando sul posto le forze dell'ordine. Cosa non gradita dal fermato, che ha dato in escandescenza: sono volati cocci rotti ed è scoppiato un parapiglia.

Il fatto è accaduto ieri pomeriggio, intorno alle 17, in piazza VIII Agosto. Un 26enne palermitano, residente in città, stava passeggiando in zona Montagnola, quando gli si è avvicinato uno straniero - un 24enne di origini tunisine - che gli ha mostrato un pacchetto di sigarette, contenente all'interno una sostanza scura e solida, chiedendo se volesse acquistare del 'fumo'. Il 26enne rifiutando la proposta, ha braccato l'extracomunitario e allertato sul posto le forze dell'ordine. Vistosi braccato, il 'pusher' ha perso le staffe. Si è dunque scagliato sul giovane e ne è nata una colluttazione. Nel frattempo sono giunti sul luogo, alcuni vigili urbani  prima e una volante della polizia subito dopo. Alla vista degli agenti lo straniero ha sbottato. Ha improvvisamente afferrato una tazzina da caffè, da un tavolino di un bar lì nei pressi, e mandandola in frantumi ha cercato di autolesionarsi con i cocci rotti.

Fortunatamente l'intervento delle forze dell'ordine ha evitato il peggio. Per lo straniero - già gravato da precedenti per rapina e droga - sono scattate le manette, con l'accusa di detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio. Occultati all'interno di un pacchetto di sigarette, deteneva oltre 11 grammi di hashish. L'aggredito e l'è cavata con qualche leggera contusione.

L'episodio richiama alla mente quanto accaduto appena due giorni prima sempre nella stessa zona. Si trovava in piazza VIII  Agosto, infatti, anche il cittadino che - sempre mosso da spirito civico - aveva richiamato un uomo, pizzicato mentre urinava su un'auto in sosta. In quel frangente la discussione tra i due degenerò oltremodo, a suon di coltellate. Il vicequestore - commentando l'accaduto - sottolineò l'importanza delle collaborazione dei cittadini per arginare la delinquenza in città: 'I cittadini - disse - sono il dodicesimo uomo in campo nella lotta contro la criminalità'.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, neve in arrivo sull'Appennino emiliano

  • Ripetitori e onde dei cellulari, lo studio del Ramazzini: "Tumori rari nelle cellule nervose"

  • Fuga di gas dalle cantine: 16 famiglie evacuate, traffico bloccato

  • Furto a San Lazzaro: "Sono entrati in pieno giorno e hanno fatto un disastro. Sono sconvolta"

  • Camion a fuoco lungo l'A1: due Vigili del Fuoco feriti dopo uno scoppio

  • Guidano un'auto rubata, fanno un incidente e scappano: hanno entrambi solo 14 anni

Torna su
BolognaToday è in caricamento