Piccola biblioteca araba: "Libri termometro di pace, Bologna aperta e solidale"|VIDEO

L'inaugurazione stamattina a Casa Khaoula con i bambini della scuola materna Federzoni

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...
 

"Abbiamo scelto Bologna perché qui ci sono persone che capiscono l'importanza di leggere libri in lingue diverse dalla propria", afferma Amna Khamis Al Mazmi, presidente della fondazione Kalimat dell’Emirato di Sharja, che dal 2016, insieme alla no profit Ibby, ha distribuito quasi 200 piccole biblioteche e migliaia di testi in lingua araba in vari luoghi del mondo.

Da oggi anche a Bologna, inseriti nella più multiculturale delle biblioteche bolognesi: Casa di Khaoula in via di Corticella. Si tratta di piccole librerie finanziate da privati donatori emiratini per permettere, non solo a bambini e famiglie arabofoni, ma a intere comunità, di leggere libri in arabo. Comprendere la lingua, conoscere la cultura. 

"In questo momento storico - afferma Marina Terrusi, attivista di Ibby Italia - fare questo significa prendere posizione. Stiamo creando un dialogo nazionale e internazionale molto importante per l'inclusione: il libro è un termometro di pace, di convivenza civile e di armonia culturale e sociale". 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Potrebbe Interessarti

  • Cronaca

    VIDEO| Grandinata su Bologna

  • Cronaca

    VIDEO| Cicogne in volo su Bologna

  • Cronaca

    Al cinema sul tetto: è il nuovo archivio della Cineteca di Bologna\VIDEO

  • Cronaca

    Emergenza in galleria alta velocità Firenze-Bologna, ma è un'esercitazione

Torna su
BolognaToday è in caricamento