Inondazione Reno, governo dichiara stato di emergenza: più vicini i risarcimenti

Altro tassello burocratico superato per i rimborsi ai danni provocati dalla esondazione

Risarcimenti più vicini per cittadini dei comuni coinvolti dalla piena del Reno di Febbraio. Il consiglio dei ministri di ieri ha infatti ratificato lo stato di emergenza per i territori colpiti dall'ondata di maltempo dello scorso febbraio, tra cui il bolognese. Lo stato di emergenza è un passo burocratico necessario per sbloccare fondi extra che verranno destinati anche al risarcimento dei danni ai residenti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fiume Reno straripa: strade inondate, persone evacuate

A questo proposito è il Comune di Argelato a farsi avanti: "Attendiamo -recita una nota del municipio- gli atti conseguenti del Dipartimento Nazionale di Protezione Civile che daranno elementi di maggiore dettaglio sui risarcimenti a cittadini ed imprese colpite. Il comune di Castel Maggiore invece aveva fatti una stima dei danni, che ammontano a circa 2,4 milioni di euro

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 4 borghi medievali più belli nella provincia di Bologna

  • Dai colli al centro città, i sette parchi più belli di Bologna

  • Basilica di San Petronio, la chiesa più grande di Bologna: 7 cose da sapere

  • Prezzi case a Bologna: la mappa zona per zona

  • Covid, nuovo focolaio corriere Tnt: chiuso il magazzino, test per tutti i lavoratori della logistica

  • No malattia lavoratori di Medicina, il sindaco: "Poca attenzione del Governo"

Torna su
BolognaToday è in caricamento