Inondazione Reno, governo dichiara stato di emergenza: più vicini i risarcimenti

Altro tassello burocratico superato per i rimborsi ai danni provocati dalla esondazione

Risarcimenti più vicini per cittadini dei comuni coinvolti dalla piena del Reno di Febbraio. Il consiglio dei ministri di ieri ha infatti ratificato lo stato di emergenza per i territori colpiti dall'ondata di maltempo dello scorso febbraio, tra cui il bolognese. Lo stato di emergenza è un passo burocratico necessario per sbloccare fondi extra che verranno destinati anche al risarcimento dei danni ai residenti.

Fiume Reno straripa: strade inondate, persone evacuate

A questo proposito è il Comune di Argelato a farsi avanti: "Attendiamo -recita una nota del municipio- gli atti conseguenti del Dipartimento Nazionale di Protezione Civile che daranno elementi di maggiore dettaglio sui risarcimenti a cittadini ed imprese colpite. Il comune di Castel Maggiore invece aveva fatti una stima dei danni, che ammontano a circa 2,4 milioni di euro

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, neve in arrivo sull'Appennino emiliano

  • Ripetitori e onde dei cellulari, lo studio del Ramazzini: "Tumori rari nelle cellule nervose"

  • Rivoluzione orari della 'movida', parte esperimento. Lepore: "Cercheremo di dettare una nuova tendenza"

  • Fuga di gas dalle cantine: 16 famiglie evacuate, traffico bloccato

  • Furto a San Lazzaro: "Sono entrati in pieno giorno e hanno fatto un disastro. Sono sconvolta"

  • Camion a fuoco lungo l'A1: due Vigili del Fuoco feriti dopo uno scoppio

Torna su
BolognaToday è in caricamento