Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'orgoglio del Pilastro, parla il ragazzo: "Vi sembra giusto? Ora sono lo spacciatore" \ VIDEO

Più di 500 persone al presidio davanti alla Biblioteca Spina. Il ragazzo con l'avvocata La Torre. Contestato Merola, interviene l’assessore Lepore

 

Rispondono in tantissimi alla chiamata delle associazioni del rione: più di 500 persone. Al presidio partecipa anche Yaya, il giovane diciassettenne italo-tunisino che qualche giorno fa, in diretta Facebook, è stato accusato da Matteo Salvini di esssere uno spacciatore"Qualche giorno fa per tutti ero Yaya, ora tutti mi conoscono come lo spacciatore. Vi sembra giusto?".

Davanti alla Biblioteca Spina ci sono tutti gli abitanti del Pilastro: bambini, giovani, anziani, rappresentanti delle istituzioni e delle associazioni. Tutti raccontano il Pilastro e sono orgogliosi della loro comunità.

"Basta etichette, pregiudizi, basta raccontare un luogo senza conoscerlo. Venite a vedere com'è il Pilastro", dicono al megafono. "Siamo feriti, basta odio. Qui siamo tutti cittadini, senza discriminazioni di razza".

"Il Pilastro è il futuro di Bologna", dice il sindaco Merola, che viene contestato da un gruppo di ragazzi del collettivo Hobo. "Sono qua da vent'anni, dice uno di loro, e non ti ho mai visto. Venite qui a fare campagna elettorale". Poi interviene l'assessore Lepore e discute con il ragazzo. "Vergognati, non hai rispetto di una manifestazione democratica. Domenica dovresti andare a votare Lega".

Potrebbe Interessarti

Torna su
BolognaToday è in caricamento