Si masturba sulle scale del Pincio: 43enne in manette

Sorpreso dalla Polizia. E' previsto l'arresto vista la vicinanza alla scuola Giaccaglia Betti e a luoghi frequentati da minori

E' finito in manette con l'accusa di atti osceni in luogo pubblico un cittadino pakistano di 43 anni, regolare sul territorio e incensurato. Ieri alle 16.30, a seguito di una segnalazione al 113 per la presenza di spacciatori, gli agenti della volante si sono portati nei pressi dell'Autostazione. 

Lì sono stati raggiunti da un collega libero dal servizio che ha segnalato invece la presenza di un uomo con i pantaloni abbassati sulle scale del Pincio. I poliziotti lo hanno individuato e sorpreso mentre si stava masturbando, così sono scattate le manette. 

Gli "Atti osceni in luogo pubblico" (art. 527 c.p.) non vengono più puniti con l'arresto. Si applica la reclusione da quattro mesi a quattro anni e sei mesi se il fatto è commesso all’interno o nelle immediate vicinanze di luoghi abitualmente frequentati da minori. Ed è proprio questo il caso, visto che all'interno del Parco della Montagnola si trova la scuola Giaccaglia Betti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, neve in arrivo sull'Appennino emiliano

  • Ripetitori e onde dei cellulari, lo studio del Ramazzini: "Tumori rari nelle cellule nervose"

  • Rivoluzione orari della 'movida', parte esperimento. Lepore: "Cercheremo di dettare una nuova tendenza"

  • Fuga di gas dalle cantine: 16 famiglie evacuate, traffico bloccato

  • Furto a San Lazzaro: "Sono entrati in pieno giorno e hanno fatto un disastro. Sono sconvolta"

  • Accoltellamento sul treno: due feriti, treni in ritardo

Torna su
BolognaToday è in caricamento