Il 'Pino sciarpa' torna in città: cappelli e sciarpe sospese per le persone senza fissa dimora

Si rinnova anche quest'anno la tradizione del piccolo albero in piazza

Foto Dire

Il "Pino Sciarpa" torna in città. L'albero da addobbare con cappelli e sciarpe usate per le persone senza fissa dimora. "Grazie all'iniziativa dell'associazione Guardian Angels ed all'associazione Reuse with love- scrive l'assessore comunale Marco Lombardo su Facebook- si rinnova anche quest'anno la tradizione del piccolo albero di sciarpe sospese appena fuori da Palazzo d'Accursio. Ora tocca ai cittadini bolognesi tenere l'albero 'addobbato' sotto le feste: se ci passate davanti, potete donare una sciarpa, un paio di guanti, un berretto di lana". "Sappiamo bene che è solo un simbolo- prosegue Lombardo-. La sostanza dell'azione amministrativa è il piano freddo che ogni anno viene potenziato per rispondere ai bisogni delle persone senza fissa dimora. Ma il Natale è fatto anche di simboli. I simboli sono utili perchè ci aiutano a riflettere ed a pensare a chi è al freddo"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scambia la moglie per un ladro e chiama i Carabinieri

  • Ubriaca sul davanzale, cade giù dal terzo piano

  • Esce di strada, l'auto finisce nel canale: c'è un morto

  • Ozzano, maxi rissa davanti a locale: spunta un coltello, quattro feriti

  • Perturbazione meteo, previsione nevicate: Autostrade mette in guardia

  • Neve in arrivo, non solo in Appennino: "Fiocchi anche in collina e possibili sorprese in pianura"

Torna su
BolognaToday è in caricamento