Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Caricamento in corso...
Caricamento dello spot...

Dai caschi agli organi umani, ecco cosa può una stampante 3D | VIDEO

Software permettono di stampare modelli 3d degli organi partendo da esami come risonanze e tac. E' solo una delle tantissime applicazioni di questi macchinari avanguardistici. A Bentivoglio apre un centro unico

 

Un centro unico dedicato a tutte le fasi dell manifattura digitale: scansioni, progettazioni 3d con simulazione virtuale e realtà aumentata, stampa 3D con le ultime novità nella stampa a metallo e in fibra di carbonio.

Si tratta di un polo tecnologico di 3500 mq che riunisce quattro aziende ai vertici in Italia per la diffusione di queste tecnologie: Energy Group, Solid Energy, SolidWorld e SolidCAM Italia. Fanno tutte parte di THE3DGROUP, il più grande gruppo italiano per l’innovazione digitale 3D.  

A Bentivoglio, che rappresenta la sede principale del Gruppo anche per la sua vicinanza a tutto il sistema industriale dell’Emilia Romagna, sono occupati tecnici altamente qualificati, soprattutto ingegneri, che continuamente assistono le aziende facendo formazione o programmando i software per tararli sulle esigenze specifiche delle aziende. La digital manifacturing consente alle aziende di lanciare i loro prodotti sul mercato più velocemente e con meno costi; non cambia solo la velocità del processo, cambia il processo stesso.

I settori interessati sono i più diversi e trasversali (THE3DGROUP serve circa 8000 clienti)  si va dai grandi gruppi dell’automotive e dell’aerospace, i primi ad adottare queste tecnologie e quelli che fanno da traino dell’evoluzione a livello mondiale, fino alle PMI dello sportsystem, del design, comprendendo ovviamente tutto il settore delle macchine automatiche in cui l’Italia, e l’Emilia Romagna in particolare, è tra i leader mondiali.

Uno dei settori più interessanti è certamente il medicale: oggi la stampa di materiali biocompatibili (anche se a livello legale è consentito solo un contatto per poche ore col materiale) consente di creare ad esempio guide per gli interventi chirurgici e copie esatte degli organi.

Uno degli ultimi software a disposizione consente agli ospedali di creare, partendo da una tac o da  risonanza, un modello stampabile in 3D dell’organo, per studiarne le caratteristiche in vista di un intervento o di una cura personalizzata.

Persino il semplice dentista può dotarsi di uno scanner per creare in pochi minuti il modello virtuale della bocca del paziente (al posto di quegli odiosi calchi del passato), elaborare e stampare in 3D  il prototipo di un impianto per testarne l’aderenza. Non è un futuro lontano, sono tecnologie già disponibili in Italia e a costi sostenibili.

Potrebbe Interessarti

Torna su
BolognaToday è in caricamento