Quartiere Porto: cercano latitante, lo trovano dentro il comò

I Carabinieri di Bologna hanno denunciato anche la compagna per favoreggiamento. L'uomo, destinatario di una misura cautelare, si era nascosto nel cassettone della biancheria in camera da letto

Lo hanno individuato dentro il cassettone della camera da letto, mentre la sua mano spuntava da uno dei ripiani. E' finita così la latitanza di un cittadino svizzero di 50 anni, senza fissa dimora, con precedenti di Polizia e una pena ancora da scontare di 4 anni e due mesi.

I Carabinieri della Stazione Bologna hanno eseguito ieri sera il provvedimento di custodia, disposto dalla Corte d’Appello. L'uomo, individuato nell’abitazione della compagna, residente nel Quartiere Porto, si nascondeva all’interno della cassettiera, appositamente modificata per poter contenere il latitante.

La donna, libera professionista italiana di 43 anni è stata denunciata per favoreggiamento personale perché ha tentato di proteggere il compagno dicendo ai Carabinieri che lo stesso non era in casa. Il latitante è stato poi accompagnato in carcere alla Dozza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus cinese: cos'è, come si diffonde e come proteggersi

  • Incidente a Budrio: un morto e un ferito sulla Trasversale di Pianura

  • La dea bendata bacia il Christian bar: in via Toscana vinto 1 milione di euro

  • Regionali Emilia Romagna 2020, tutti i programmi elettorali

  • SPECIALE | Elezioni regionali Emilia Romagna 2020: dalle interviste ai candidati a tutte le info utili al voto

  • People Mover, avvio il 7 marzo per la navetta veloce tra aeroporto e stazione

Torna su
BolognaToday è in caricamento