Quartiere Porto: cercano latitante, lo trovano dentro il comò

I Carabinieri di Bologna hanno denunciato anche la compagna per favoreggiamento. L'uomo, destinatario di una misura cautelare, si era nascosto nel cassettone della biancheria in camera da letto

Lo hanno individuato dentro il cassettone della camera da letto, mentre la sua mano spuntava da uno dei ripiani. E' finita così la latitanza di un cittadino svizzero di 50 anni, senza fissa dimora, con precedenti di Polizia e una pena ancora da scontare di 4 anni e due mesi.

I Carabinieri della Stazione Bologna hanno eseguito ieri sera il provvedimento di custodia, disposto dalla Corte d’Appello. L'uomo, individuato nell’abitazione della compagna, residente nel Quartiere Porto, si nascondeva all’interno della cassettiera, appositamente modificata per poter contenere il latitante.

La donna, libera professionista italiana di 43 anni è stata denunciata per favoreggiamento personale perché ha tentato di proteggere il compagno dicendo ai Carabinieri che lo stesso non era in casa. Il latitante è stato poi accompagnato in carcere alla Dozza.

Potrebbe interessarti

  • 7 alimenti che fanno ingrassare invece che dimagrire

  • Un faro in montagna? Esiste a Gaggio Montano

  • Amanti del vinile? 4 imperdibili negozi a Bologna

  • Come smettere di fumare: trucchi e consigli

I più letti della settimana

  • Incidente in A1, un morto: traffico bloccato la domenica del rientro

  • Nuova rotta Ryanair: da Bologna a Kutaisi due volte a settimana

  • West Nile, zanzare positive a San Giovanni in Persiceto

  • Concorsi pubblici, Unibo cerca 57 amministrativi: c'è tempo fino al 5 settembre

  • San Lazzaro, azzarda un'inversione e provoca incidente: incastrato dalle telecamere

  • Furto in casa: svaligiano la camera mentre i proprietari dormono

Torna su
BolognaToday è in caricamento