Prati di Caprara Est, rinvenuti ordigni e armi: bonifica sospesa

Si interrompono i contestati lavori per la costruzione nell'area verde. Nel sottosuolo armi e anche mine antiuomo

Nell’area dei Prati di Caprara est, nel corso dei lavori di bonifica bellica realizzati da una ditta incaricata dall’Agenzia del Demanio, sono stati ritrovati alcuni materiali esplosivi di residuati bellici. 

A darne notizia è il Comune di Bologna, che nell'area ha licenziato un piano per la costruzione di edifici, tra cui anche un polo scolastico, un progetto molto contestato dal comitato che invece difende il verde spontaneo dell'area ex militare. In particolare -spiega la nota di Palazzo D'Accursio- si tratta di "granate, mine antiuomo, bombe a mano e da mortaio, fucili da guerra e uno spezzone di bomba d’aereo".

Per questo motivo, la bonifica bellica è stata sospesa in attesa dell’intervento delle autorità militari. Questo congela di fatto le ruspe, ma potrebbe non essere una buona notizia per i comitati, poiché l'ipotesi che ha portato Comune e operai a disboscare un'ampia parte dell'area muoveva proprio dal presupposto che ci fossero ordigni e residuati bellici sotterrati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sente rumori sospetti in casa e spara, ucciso un uomo

  • Scomparso nella notte, ritrovato morto in un campo

  • Whoopi Goldberg a Bologna: da Hollywood alle osterie del centro

  • Lega: "A Bologna party universitario blasfemo, intervenga il Rettore"

  • Morti in incidenti stradali: Bologna la più colpita, diventa obbligatorio l'alcol-lock

  • Rifiuti, stop indifferenziata porta a porta: da oggi si usa solo la Carta Smeraldo

Torna su
BolognaToday è in caricamento