Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Emergenza abitativa, presidio per le famiglie di via Battistelli: 'Comune trovi soluzioni definitive'

La richiesta di Unione Inquilini Bologna, Cobas, Sgb e Coalizione Civica

 

A fine mese diverse famiglie dovranno lasciare gli appartamenti di via Battistelli perché l'edificio, di proprietà comunale, è stato venduto. Così, dal condominio di prima accoglienza, nato come soluzione provvisoria nel 2016, dovranno spostarsi in un'altra casa. Sempre transitoria. 

A indire un presidio per sostenere le famiglie, l'unione inquilini di Bologna: "Siamo qui per chiedere che l'amministrazione comunale si prenda la responsabilità di trasformare le attuali politiche di emergenza in risoluzioni strutturali della questione abitativa: vogliamo casa vogliamo dignità".

Al presidio hanno aderito il Sindacato generale di Base, Cobas, associazione per i diritti alla casa e alla dignità e Coalizione Civica. 'Non solo parliamo di soluzioni temporanee - commenta Brunella Guida, consigliera del Navile di Coalizione Civica - ma per un solo nucleo famigliare si spendono oltre 12 mila euro: si tratta di una sistemazione di tre mesi in un Bed and Breakfast a Corticella. La stessa cifra garantirebbe il pagamento di un affitto per un paio di anni'.

Potrebbe Interessarti

Torna su
BolognaToday è in caricamento