Gite scolastiche, irregolare un pullman su 4. Sorbi: "No al massimo ribasso nella scelta delle ditte"

Allarmanti i dati a seguito delle ispezioni effettuate. E dopo la strage degli studenti Erasmus, l'Osservatorio regionale offrirà il trasporto in tutte le proprie iniziative rivolte agli studenti

Allarmanti i dati a seguito delle ispezioni effettuate sui pullman impiegati per le gite scolastiche: uno su 4 è risultato irregolare. Nel dettaglio su 2.051 pullman controllati, 462 veicoli presentavano irregolarità di diverso genere, tra cui 123 violazioni per dispositivi alterati o non funzionanti (il famoso cronotachigrafo); 12 omesse revisioni; 12 violazioni per veicolo non destinato all'uso di trasporto persone; 54 casi di eccesso velocità; altri 54 per mancato rispetto dei tempi di guida e di riposo. Sono i dati,  aggiornati all'aprile 2016, elaborati nell’ambito del progetto del ministero dell’Istruzione  e dalla Polizia di Stato Gite scolastiche in sicurezza. Li riferisce il presidente dell’Osservatorio regionale per l’educazione alla sicurezza stradale Mauro Sorbi, commentando i recenti sviluppi del drammatico incidente in Spagna del pullman che trasportava studenti del progetto Erasmus, nel quale hanno perso la vita 13 ragazze, e sono rimaste ferite anche due studentesse Unibo.

 “Non è più accettabile che auto usate da privati dispongano del rilevatore di stanchezza con avvisatore visivo e acustico e mezzi per trasporto pubblico ne siano sprovvisti, specialmente quelli di lunga percorrenza – sottolinea Sorbi - questi dati sono allarmanti e non possiamo continuare a recriminare solamente nel momento in cui avvengono tragedie, specialmente quando coinvolgono giovani vite. Ritengo improcrastinabile fare un appello a Enti locali, Istituzioni e scuole affinché  venga posta la massima attenzione sulle società che vincono gli appalti per i trasporti degli alunni”.  

A sua volta  la Regione Emilia-Romagna “da quest’anno offrirà anche il trasporto in tutte le  iniziative di educazione stradale rivolte agli studenti. Saremo molto selettivi nello scegliere coloro a cui affidiamo la vita dei nostri figli. Il criterio di scelta della ditta non sarà basato sull'offerta del ‘massimo ribasso’ , ma valuteremo i sistemi di sicurezza presente sui mezzi e sui conducenti, con controlli sulle ditte e sui loro organigrammi aziendali oltre che sulla solidità economica.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sente rumori sospetti in casa e spara, ucciso un uomo

  • Scomparso nella notte, ritrovato morto in un campo

  • Lega: "A Bologna party universitario blasfemo, intervenga il Rettore"

  • Whoopi Goldberg a Bologna: da Hollywood alle osterie del centro

  • Morti in incidenti stradali: Bologna la più colpita, diventa obbligatorio l'alcol-lock

  • Incidente a Casalecchio: pedone investito all'incrocio

Torna su
BolognaToday è in caricamento