Bolognina, parola ai residenti:'Sicurezza è la chiave per cambiare il quartiere'

Un giro nel quartiere per capire il punto di vista degli abitanti

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...
 

La Bolognina è appena fuori dal centro, a due passi dall'alta velocità, ben servita dai mezzi pubblici e comoda per chi si muove in auto. Con il people mover, poi, sarà collegata con tutto il mondo:non periferia, ma punto strategico. Così vede il quartiere il presidente Daniele Ara, come raccontò nell'intervista sul Navile nell'ambito del nostro viaggio nei quartieri. 

Una zona in fermento, dove a breve sorgerà un museo temporaneo, primo del genere in Italia e che in cantiere ha tanti progetti tra i quali lo studentato in via Sebastiano Serlio.

Eppure a primo impatto i cittadini e commercianti della zona sentiti ci parlano soltanto di sicurezza e si focalizzano su questo. "Certo, si vive la vita di quartiere - ci dice una ragazza - ma non mi sento sicura e tutte le volte che esco lo faccio chiamando un taxi. Soprattutto la sera - continua - chiedo al mio ragazzo di accompagnarmi persino in palestra o al supermercato".

Questione chiave anche per alcuni commercianti:"Vorrei ci fossero più controlli e pattuglie per strada, penso sia l'esigenza principale. Poi - ci dicono - non guasterebbe anche un po' di pulizia dei portici e delle aree verde. Ma insomma, la manutenzione stradale è meno prioritaria del resto".


 

Potrebbe Interessarti

  • Violenta grandinata su Bologna\VIDEO

  • Grandine sulla Piazzola: "Ci siamo salvati per il rotto della cuffia"\VIDEO

  • La Regione assume: 1300 posti di lavoro a concorso

  • VIDEO| Protesta sotto le Torri: ingresso blindato, traffico bloccato

Torna su
BolognaToday è in caricamento