Cattive frequentazioni, la Questura chiude bar in via Mazzini

A causa di continui episodi di clienti denunciati o arrestati e presenza assidua di pregiudicati, piazza Roosevelt ha disposto la sospensione della licenza per il "Dolce Vita"

Repertorio

Il Questore di Bologna ha disposto la sospensione della licenza per la somministrazione di alimenti e bevande del “BAR LA DOLCE VITA” , in via Mazzini 1. Il provvedimento, notificato nel corso della mattinata dal personale della Divisione Polizia Amministrativa e Sociale della Questura, si è reso necessario alla luce dei plurimi interventi effettuati dalle Forze dell’Ordine nel corso degli ultimi mesi.

Continui gli interventi nell'ultimo periodo da parte degli agenti, interventi che hanno portato, in taluni casi, all’arresto o alla denuncia di clienti, nonché – in un episodio – degli stessi gestori del locale. Tanti inoltre i controlli di iniziativa, nel corso dei quali è stata rilevata la ragguardevole presenza di avventori gravati da precedenti di Polizia e/o penali. Il locale quindi, dovrà tenere abbassate le serrande per 10 giorni.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Dal campo-base agli sfollati: a Persiceto prove generali per le emergenze

    • Cronaca

      Morte Giorgio Guazzaloca, camera ardente in Comune e funerale a S.Pietro

    • Cronaca

      Ozzano nell'Emilia: cercano 'Igor', trovano quintali di droga

    • Cronaca

      Savena: 92enne scippato nel parco in pieno giorno

    I più letti della settimana

    • Ozzano nell'Emilia: cercano 'Igor', trovano quintali di droga

    • Proiettile bulgaro in una cava: Igor potrebbe esser il killer del metronotte

    • Ricerche killer Budrio, si sposta la zona rossa

    • Sale in taxi e dice che il portafogli sul sedile è suo: denunciato poco dopo

    • Lutto in città: è morto l'ex sindaco Giorgio Guazzaloca

    • Inaugurato l'ultimo "lotto" Trasversale di Pianura: apertura al traffico il 25 aprile

    Torna su
    BolognaToday è in caricamento