Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"We are the world": si canta per raccolta fondi emporio solidale | VIDEO

L'Iniziativa per sensibilizzare i cittadini e raccogliere fondi per l'emporio solidale Amalio e le famiglie in difficoltà del territorio

 

Sensibilizzare i cittadini e raccogliere fondi per l'emporio solidale Amalio e le famiglie in difficoltà del territorio. È questo l'obiettivo della cover bolognese di "We are the world", celebre brano musicale creato da Michael Jackson e Lionel Richie nel 1985 nell'ambito di un'altra iniziativa benefica, "Usa for Africa". Il titolo completo è "We are the world - Il cuore della città", prodotto dalla sala prove e registrazione Suonare Sergio e dal violinista Alessandro Cosentino, con la collaborazione di Aics e del Comune di San Lazzaro.

Il video raccoglie i contributi di tantissimi artisti bolognesi tra cui il violinista Alessandro Cosentino, che si è occupato anche dell'arrangiamento, mixaggio ed editing video, il chitarrista Federico Poggipollini, il batterista Luca Rizzoli e il bassista Giacomo Vos. Oltre 40 coloro che hanno deciso di metterci la voce.

"Per questa iniziativa abbiamo scelto il brano 'We are the world' per il suo forte valore simbolico - spiega Andrea Semeraro della sala prove Suonare Sergio -. È una canzone che rispecchia il senso di rinascita, di solidarietà e di unità dopo un periodo difficile. Speriamo possa essere un canto di speranza e generosità per tutti, così come la raccolta fondi del Comune per l'emporio rappresenta una speranza per tante famiglie in difficoltà".

"San Lazzaro è la capitale della solidarietà, della resistenza e della cultura - aggiunge Serafino D'Onofrio di Aics - Come Aics siamo orgogliosi perché via Commenda a San Lazzaro è una strada densa di associazioni culturali al servizio dei giovani e dei bambini, con i suoi duemila metri quadrati dedicati agli sport urbani di Eden Park, le produzioni video di El Garaje, Suonare Sergio con le sue sale di registrazione e il Parco dei Bimbi per i più piccoli".

"In questo momento di difficoltà San Lazzaro risponde con il forte senso di comunità che ci caratterizza da sempre - aggiunge la sindaca di San Lazzaro Isabella Cont i-. È commovente vedere tanti artisti che scelgono di aiutare i propri concittadini, mettendo a disposizione il proprio talento per creare condizioni dignitose per chi è in difficolta'. Le bellissime realtà del nostro territorio sono la dimostrazione di quanto l'energia dei giovani sia non solo uno stimolo imprenditoriale e culturale, ma anche un motore costante di bene per tutto il nostro territorio". (Dire)

Potrebbe Interessarti

Torna su
BolognaToday è in caricamento