Racket pompe funebri, dissequestro per una delle imprese coinvolte

La stessa era stata oggetto di un provvedimento preventivo durante l'indagine

Il gip di Bologna, Alberto Ziroldi, accoglie "l'istanza di revoca del sequestro preventivo su tutti i beni aziendali dell'impresa di onoranze funebri 'F.lli Lelli'". Si tratta di una delle ditte coinvolte nell'inchiesta 'Mondo sepolto', che a gennaio ha portato alla luce due cartelli di imprese che 'controllavano' le camere mortuarie dell'Ospedale Maggiore e del Policlinico Sant'Orsola di Bologna per "mantenere e consolidare il monopolio nella gestione dei servizi funebri".

A dare notizia della revoca del sequestro sono gli avvocati Guido Magnisi e Aldo Savoi Colombis, spiegando che Ziroldi "ha accolto la richiesta formulata dalla collega di studio Giulia Barbieri, legale dell'azienda, in quanto si è adempiuto a tutti gli obblighi imposti dalla legge". Dunque, concludono, "ora l'azienda, amministrata da Niccolò Lelli, è tornata ad operare in piena autonomia, anche se nei mesi di custodia giudiziale, grazie al buon operato della dottoressa Schincaglia, è sempre rimasta leader nel settore". (Ama/ Dire) 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sente rumori sospetti in casa e spara, ucciso un uomo

  • Lega: "A Bologna party universitario blasfemo, intervenga il Rettore"

  • Incidente a Casalecchio: pedone investito all'incrocio

  • Morti in incidenti stradali: Bologna la più colpita, diventa obbligatorio l'alcol-lock

  • Rifiuti, stop indifferenziata porta a porta: da oggi si usa solo la Carta Smeraldo

  • Monte San Pietro: anziano morto durante il trasporto in pulmino, indagini in corso

Torna su
BolognaToday è in caricamento