Ragazza trovata morta in un appartamento di via Solferino: probabile overdose di droga

A scoprire il corpo senza vita della 32enne è stato un amico. Si ipotizza che il decesso sia stato causato da un'overdose di droga, probabilmente eroina bianca. Negli ultimi tre giorni, due morti simili in città

Il corpo senza vita di una ragazza di 32 anni è stato trovato ieri in un appartamento, in via Solferino. A fare la drammatica scoperta è stato un amico della vittima, che ha subito allertato i soccorsi. I sanitari del 118, giunti sul posto, insieme ai Carabinieri, non hanno potuto fare altro che constatare il decesso della giovane, che alle spalle avrebbe un passato di tossicodipendenza.

L'ipotesi più accreditata, al momento, è che la morte sia sopraggiunte a causa di un'overdose di droga. Forse eroina bianca, terribile stupefacente definito come un vero e proprio 'flagello' dal Procuratore Giovannini, per la strage che sta causando in Paese e nella nostra città, dove le morti di overdose non si arrestano.

Solo due giorni prima un altro decesso per probabile overdose si è registrato in città: un uomo di 40 anni - anche lui tossicodipendente - è stato trovato morto lo scorso martedì all'interno di un albergo alla Bolognina. Senza andare troppo indietro nel tempo, appena il mese scorso, un altro uomo è stato trovato steso a terra - in coma - nei bagni dell'Autostazione. Accanto a lui trovate siringhe e alcune dosi di eroina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus cinese: cos'è, come si diffonde e come proteggersi

  • Elezioni Regionali Emilia-Romagna, i risultati: Bonaccini vince e va oltre il 50 per cento

  • Incidente a Budrio: un morto e un ferito sulla Trasversale di Pianura

  • La dea bendata bacia il Christian bar: in via Toscana vinto 1 milione di euro

  • Regionali Emilia Romagna, le Sardine festeggiano e escono di scena: "Non siamo nati per stare sul palcoscenico. E' tempo di tornare alle nostre priorità"

  • Lunga giornata di voto in Regione. Boom alle urne, oltre il 70% a Bologna

Torna su
BolognaToday è in caricamento