Rapina al supermercato: fuggono con la cassa, poi botte e lancio di bottiglie al commesso

Ladri inseguiti da via Irnerio fino in via Petroni. Dipendente malmenato, ma riesce a non perderlo di vista fino all'arrivo delle volanti

Un inseguimento che da via Irnerio si è protratto fino a via Petroni. La Polizia è riuscita ad arrestare solo uno dei due malviventi che ieri sera, intorno alle 21, hanno asportato la cassa dal supermercato Pam di via Irnerio, per poi darsi alla fuga.

In base alle testimonianze raccolte, i ladri avrebbero agito in coppia: mentre il primo ha distratto la cassiera, il secondo ha agguantato la cassetta con dentro poco più di 500 euro e poi insieme hanno guadagnato l'uscita.

Un dipendente, bolognese di 28 anni, del punto vendita si è messo a inseguire i malviventi. Il soggetto con la cassetta è poi riuscito a dileguarsi, mentre quell'altro, raggiunto, ha dato gli un pugno in faccia, cercando poi di riguadagnare terreno. Lo stesso uomo però non è stato perso di vista ed è stata chiamata la Polizia. Nel corso dell'inseguimento, il ladro ha preso alcune bottiglie da un cestino e le ha lanciate, colpendolo al braccio e su un piede.

Arrivato in via Petroni, il ladro è stato bloccato prima dal commesso poi da un passante che è corso in aiuto, il soggetto è stato trattenuto fino all'arrivo delle volanti. Identificato in un cittadino tunisino di 41 anni, con diversi precedenti per reati minori e un'ordine di esplulsione pendente, l'uomo è stato portato in carcere, in attesa di rispondere davanti al giudice per la convalida dell'arresto per rapina impropria.

Potrebbe interessarti

  • La mappa degli outlet a Bologna: dove fare ottimi affari

  • Accadde oggi: il 24 giugno crollò la Rupe di Sasso

  • Laghi a Bologna: dove rinfrescarsi lontani dal caos

I più letti della settimana

  • Possibili temporali in arrivo, diramato bollettino di allerta dalla protezione civile

  • Aeroporto, volo Bologna-Kos, passeggeri: "A terra da 12 ore come ostaggi virtuali"

  • Maltempo, grandine in provincia: strade chiuse, auto distrutte e finestre in frantumi

  • Maltempo e grandine: "crivellate" le finestre di via Natali e via Weber

  • Accadde oggi: il 24 giugno crollò la Rupe di Sasso

  • Maltempo e grandine, Caliandro: 'Il Governo risarcisca i danni alle auto private'

Torna su
BolognaToday è in caricamento