Rapina al porta-pizze: picchiato e minacciato con coltelli e pistola

Sui fatti indaga la Squadra Mobile. Il ragazzo aggredito da un gruppo a volto coperto

Rapinato dei suoi trecento euro di incasso, durante una consegna. La Squadra mobile della Polizia sta indagando sui fatti accaduti ieri sera in zona Due Madonne, dove un ragazzo, cittadino pakistano di 27 anni, è stato vittima di una aggressione a scopo di rapina i cui contorni restano ancora tutti da chiarire. In base a una prima ricostruzione sembra che il ragazzo al momento dell'agguato fosse impegnato in una consegna in via Carlo Carli, intorno alle 21:30. 

Non trovando nessuno all'indirizzo di riferimento, il giovane sarebbe poi stato indirizzato con una chiamata in una area vicina a un parco pubblico. Individuato a vista il presunto cliente, un uomo descritto come coetaneo della vittima, italiano, con capelli neri e pizzetto, è stato poi assalito alle spalle da un gruppo di tre, tutti con il passamontagna calato e armati, due di coltellini e uno di una pistola, a prima vista autentica.

Dopo alcune minacce verbali uno dei tre sarebbe poi passato alle vie di fatto, colpendo allo zigomo il porta-pizze con un pugno. Il ragazzo sarebbe poi caduto a terra e i tre hanno prelevato dal borsello l'incasso provvisorio della serata. Si riaffaccia così il fenomeno delle rapine ai 'riders' addetti alle consegne: lo scorso febbraio, sempre la squadra mobile aveva arrestato un gruppo di tre italiani, che avevano preso di mira proprio gli addetti alla consegna. In queste ore gli investigatori stanno conducendo tutte le verifiche del caso, compresa l'analisi delle telecamere presenti in zona.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il figlio di Vasco Rossi Lorenzo si è sposato: tutta la felicità in una foto

  • Cerca di fuggire dalla gazzella dei carabinieri con l'apecar: è ubriaco

  • Castenaso: morto Dino, il re della pasticceria

  • Tre appartamenti all'asta in via Amendola: il bando Invimit scade il 20

  • Incidente in via del Gomito, morto ciclista di 25 anni

  • Ludopatia e chiusura centri scommesse: "Costretto a licenziare, ora disoccupato anche io"

Torna su
BolognaToday è in caricamento