Rapina alla fermata del bus: "Se mi segui ti ammazzo"

Paura questa mattina alla fermata Sferisterio di via Irnerio dove un uomo è stato buttato a terra e rapinato da un soggetto armato di coltello da 7 centimetri

Stamattina verso le 8.30 una chiamata al 113 ha avvertito la Polizia di una rapina appena avvenuta alla fermata dell'autobus di via Irnerio, allo Sferisterio. A chiamare la vittima, un ragazzo moldavo classe 2000 che poco prima era stato buttato a terra e derubato del portafogli da due africani che si erano poi diretti verso Piazza VIII Agosto

Il ragazzo, ricostruendo la vicenda, ha raccontato che subito dopo la rapina ha cercato di seguirli, ma che uno di loro ha estratto un coltello e lo ha minacciato dicendogli: "Se continui a seguirmi ti ammazzo!". 

La Polizia arrivata sul posto è riuscita a individuare ed acciuffare solo uno dei due rapinatori, un gambiano del '97 con tanti precedenti specifici, droga e porto abusivo di armi. Ammanettato, è stato portato nel carcere ella Dozza con l'accusa di rapina pluriagravata in concorso con ignoti. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Emilia-Romagna, bollettino 23 maggio: +43 positivi, 193 guariti e calo dei casi attivi

  • Al fiume con gli amici, scompare tra i flutti: ragazzo trovato morto nel fiume Idice

  • Offerte lavoro Bologna fisso mensile

  • Bollettino covid oggi: a Bologna (quasi) la metà dei nuovi contagi e decessi registrati in Regione

  • Nuova ordinanza Bonaccini: da lunedì aprono centri sociali, circoli, parchi tematici e riprendono gli stage

  • Spostamenti tra regioni in dubbio, Bonaccini: "Prudenza alta, si rischia la chiusura" 

Torna su
BolognaToday è in caricamento