Reati, classifica Sole 24 ore: Bologna tra le città con più scippi e furti

Il capoluogo emiliano conquista un podio ben poco lusinghiero. Altra città dell'Emilia Romagna guida la classifica 'nera'

Bologna sul podio di una classifica assai poco lusinghiera. E non è la prima volta. La città felsinea si piazza ai vertici della classifica delle provincie di Italia con maggiore incidenza di reati denunciati (anno nel 2015). E' quanto emerge dalle "statistiche della criminalità" pubblicate oggi dal Sole 24 ore.

Spicca un generale arretramento (la flessione è del 4,5%) delle denunce nel corso dell'anno scorso: a crescere infatti sono poche tipologie di reati, come le truffe e le frodi informatiche, le estorsioni o il riciclaggio di proventi illeciti.

Prima nella classifica nazionale è Rimini con 7.791 reati denunciati ogni 100.000 abitanti: 26.136 il numero totale dei delitti nel 2015, con una variazione del -1,9% rispetto al 2014. Seguono Milano (7.636, 244.996 e -5,2%) e appunto Bologna, che nel 2015 segna 7.240 reati denunciati, 72.822 delitti totali e un -2,3% sul 2014.

Restando in Emilia-Romagna, al sesto posto spunta Ravenna con 5.936 reati, 23.241 delitti totali e un -4,5% di trend. In classifica si procede con Reggio Emilia, col segno più nel rapporto 2014-2015, al 17esimo posto (4.932, 26.282 e +0,4%), e poi Modena al 18esimo (4.896, 34.354 e -4,7%), Parma al 19esimo (4.833, 21.641 e -4,9%), Forlì-Cesena al 22esimo (4.715, 18.606 e +1,4%), Ferrara al 24esimo (4.646, 16.327 e -3,2%), Piacenza al 31esimo (4.352, 12.491 e -2,6%).

TIPOLOGIA REATI. Considerando le tipologie di reati, le città più colpite per quanto riguarda i furti totali sono, nell'ordine, Rimini (5.211 ogni 100.000 abitanti, -4,6%), Milano (-8,2%) e Bologna (4.414, -4,1%), con Ravenna (3.616, -7%) al quinto posto dopo Roma (3.761, -9,7%), e Reggio Emilia al decimo (3.109, +1,8%).

Per i furti in casa è prima Ravenna, che ne registra 753 ogni 100.000 abitanti (-10,4% sul 2014); in questa statistica e'' quarta la provincia di Forli''-Cesena (719, +4,9%).

Borseggi: Rimini prima in Italia con 1.071 casi ogni 100.000 abitanti (+6,6% in questo caso), Bologna seconda con 876 (-4,2%) prima di Milano (800, -8,5%).

La stessa Bologna appare quarta nel capitolo delle truffe e delle frodi informatiche: 344 casi pari al +15,2%, con Rimini settima a quota 337 (+17%). Emilia-Romagna da podio anche per quanto riguarda i furti negli esercizi commerciali: Bologna prima con 401 casi ogni 100.000 abitanti nel 2015 (+1,82%), Rimini terza dopo Milano con 326 (-3,87%), Ravenna quinta con 315 (-3,75%), Forli''-Cesena ottava con 259 (+3,75%). Passando alle rapine, in classifica risulta Rimini al quinto posto con 101 ogni 100.000 abitanti (-6,6%), segue Bologna al decimo (83, -6,6%). Si chiude con gli scippi: Rimini settima con 52 casi (-7,9%), Bologna decima con 45 (+25,2%). (Lud/ Dire) 11:31 03-10-16 NNNN 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 26 marzo: i dati comune per comune

  • Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 29 marzo: i dati comune per comune

  • Coronavirus Emilia Romagna, bollettino 30 marzo: contagi +412, 95 morti

  • Coronavirus: autocertificazione, ecco il nuovo modello. Scaricalo qui

  • Cornavirus Emilia-Romagna, bollettino 27 marzo: contagi +772, altri 93 morti

  • Coronavirus, A Bentivoglio le maschere da snorkeling diventano respiratori e protezione per i medici

Torna su
BolognaToday è in caricamento