Unibo, Renzi invitato all'inaugurazione dell'anno accademico: contestazioni annunciate

Il premier atteso in città per sabato prossimo: sulla visita ancora vige il massimo riserbo, ma intanto si levano le polemiche. Collettivo Hobo: 'Provocazione'. Sindacati: 'Possiamo farne a meno'

All'Alma Mater vige ancora il massimo riserbo sul possibile arrivo a Bologna - sabato prossimo, 10 gennaio - del premier Matteo Renzi, invitato dal rettore Ivano Dionigi per l'inaugurazione dell'anno accademico. Una cerimonia che ancora non è stata convocata ufficialmente e che il rettore potrebbe anche decidere di rinviare all'ultimo momento, in caso di forfait del presidente del Consiglio. In ogni caso, a scanso di equivoci, la macchina organizzativa di Palazzo Poggi è già in funzione. In questi giorni i rappresentanti della comunità accademica stanno ritirando il proprio invito per sabato, su cui però non sarebbe indicata la presenza di Renzi. Un ''biglietto'' nominale vista "la complessità della cerimonia", che si annuncia blindatissima.

I collettivi universitari, del resto, non fanno mistero di volersi presentare sabato di fronte all'aula magna di Santa Lucia per protestare contro il Capo del Governo. Su Facebook, il collettivo Hobo annuncia per domani sera la convocazione di un'assemblea pubblica nell'aula II di Lettere, in via Zamboni 38, "per preparare collettivamente una mobilitazione il 10 mattina, con concentramento in zona universitaria". Secondo il collettivo, infatti, la presenza di Renzi all'inaugurazione dell'anno accademico sarebbe un gesto "estremamente provocatorio" da parte dell''Alma Mater, che invita "uno dei principali responsabili della sofferenza quotidiana" e che, in questo modo, rende "ancora più esplicito il ruolo politico al servizio del Pd e del Governo lacrime e sangue".

Ma contro la presenza di Renzi in Ateneo si schiera anche Bruno Papignani, leader della Fiom in Emilia-Romagna. "Che bisogno c'è che Renzi venga a presenziare l'anno accademico a Bologna?- contesta su Facebook- solo per vedersi contornato da lecchini, massoni e voltagabbana? Si riposi, Bologna puo' fare senza".

L'ultima visita del presidente del Consiglio in città risale al 20 novembre dello scorso anno: anche in quell'occasione le contestazioni furono annunciate e si finì per accogliere l'ex sindaco di Firenze a suon di lanci di uova e vernice.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Laghi a Bologna: dove rinfrescarsi lontani dal caos

  • Incendio in via Sant'Isaia, morta una giovane donna

  • Covid, nuovo focolaio corriere Tnt: chiuso il magazzino, test per tutti i lavoratori della logistica

  • Coronavirus, aumentano i contagi in regione: + 71. Donini alle aziende: "Fate screening"

  • Coronavirus Emilia-Romagna: altri 47 casi. Metà a Bologna e 11 sintomatici

  • Dimesso dall'ospedale, torna e aggredisce operatore con calci e pugni

Torna su
BolognaToday è in caricamento