Restauro Nettuno e San Petronio: si pensa al cantiere visitabile e alla 'umarel card'

Durante i lavori il Gigante dovrà essere protetto, ma il cantiere potrebbe essere visitabile. Si attendono progetti

Proteggere i lavori sulla fontana simbolo di Bologna ma anche cantiere "visitabile" per i cittadini. C'è anche questo obiettivo nel progetto di comunicazione che il Comune di Bologna si appresta a varare per accompagnare il restauro del Nettuno.

Durante i lavori il Gigante dovrà essere protetto, ma si cercano progetti anche per questa operazione, ha detto l'assessore al Turismo di Palazzo D'Accursio, Matteo Lepore, oggi a margine di una conferenza stampa. "Vogliamo che il cantiere sia visitabile". Per il momento, la vasca è stata svuotata e il Gigante ingabbiato. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si potrebbe pensare, ad esempio, alla "Umarel card" che da' diritto a seguire da vicino i lavori sulla basilica di San Petronio? "Vediamo le proposte", lascia aperte tutte le porte Lepore.  (agenzia Dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mappa interattiva coronavirus: casi, incidenza per provincia, dati terapia intensiva

  • A1 Bologna-Firenze: chiuso tratto "Panoramica" tra Aglio e Roncobilaccio

  • Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 26 marzo: i dati comune per comune

  • Coronavirus in Emilia-Romagna, l'aggiornamento: rallentano i contagi. Bologna piange altri 4 morti

  • Coronavirus, bollettino: 10.054 casi positivi (+800) in Regione. Altri 17 morti in provincia di Bologna

  • Coronavirus, aggiornamento della Regione: + 980 positivi in Emilia-Romagna, 4 nuovi decessi a Bologna

Torna su
BolognaToday è in caricamento