Restauro Nettuno e San Petronio: si pensa al cantiere visitabile e alla 'umarel card'

Durante i lavori il Gigante dovrà essere protetto, ma il cantiere potrebbe essere visitabile. Si attendono progetti

Proteggere i lavori sulla fontana simbolo di Bologna ma anche cantiere "visitabile" per i cittadini. C'è anche questo obiettivo nel progetto di comunicazione che il Comune di Bologna si appresta a varare per accompagnare il restauro del Nettuno.

Durante i lavori il Gigante dovrà essere protetto, ma si cercano progetti anche per questa operazione, ha detto l'assessore al Turismo di Palazzo D'Accursio, Matteo Lepore, oggi a margine di una conferenza stampa. "Vogliamo che il cantiere sia visitabile". Per il momento, la vasca è stata svuotata e il Gigante ingabbiato. 

Si potrebbe pensare, ad esempio, alla "Umarel card" che da' diritto a seguire da vicino i lavori sulla basilica di San Petronio? "Vediamo le proposte", lascia aperte tutte le porte Lepore.  (agenzia Dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, sotto osservazione due persone in Emilia: le analisi al Sant'Orsola

  • Lizzano, trovato in un bosco lungo fiume: morto snowboardista 59enne

  • Diodato canta a sorpresa "Fai rumore" sotto i portici di via Oberdan

  • "Appropriazione indebita": sequestrati 100 immobili a Bologna

  • Incidente sulla A13: camion esce di strada e "disperde" centinaia di stecche di sigarette di contrabbando

  • Incidente a Castenaso: scoppia una gomma, schianto frontale e due feriti

Torna su
BolognaToday è in caricamento