Riders, Di Maio da forfait: salta l'incontro, sciopero confermato

Marco Lombardo intanto apre agli sgravi per chi firma la carta dei diritti: 'Se ne può parlare'

"Di Maio ha annunciato che sabato non sarà a Bologna, quindi la contestazione che avevamo annunciato per quel giorno, e che secondo noi ha influito sulla sua decisione, è annullata. Confermiamo, invece, la mobilitazione nazionale di venerdì".

Cambiano, quindi, solo in parte i programmi dei riders bolognesi, che danno appuntamento per le 18.30 di venerdì, davanti al McDonald's di via Ugo Bassi, per la mobilitazione con sciopero contro Glovo, proclamata a livello nazionale.

I motivi, spiegano oggi in una breve conferenza stampa tenutasi sempre davanti al fast food, sono sempre gli stessi, vale a dire l'atteggiamento delle piattaforme di food delivery come Glovo, che "usando come alibi il tavolo nazionale che è durato un anno, hanno reso sempre peggiori le nostre condizioni di lavoro".

'

Sul punto, i riders ricordano che "ci sono stati anche degli incidenti, alcuni anche mortali, come quello avvenuto a Bologna qualche settimana fa", spiegando che "venerdì scenderemo in piazza per dire basta allo sfruttamento e alla precarietà, il tempo dei diritti deve essere qui ed ora".

L'obiettivo, ovviamente, e' "rilanciare un percorso che incida a livello nazionale, chiedendo al Governo di smetterla di fare annunci e promesse e di agire con un decreto legge che finalmente regolamenti il settore".

Ad aggravare il tutto, chiosano i riders, c'è "la vendetta delle piattaforme, che ci stanno peggiorando le condizioni soltanto perché abbiamo osato sfidarle per chiedere più diritti". In questo senso "Glovo- che è il principale bersaglio dello sciopero di venerdì assieme alle piattaforme che non firmano la carta dei diritti e delle tutele dei riders- è l'esempio perfetto".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sul fronte amministrativo l'idea proposta dai rider è quella di premiare con sgravi fiscali "solo i locali che si appoggiano, per le consegne, a piattaforme rispettose della Carta di Bologna e dei diritti dei lavoratori". L'assessore all'economia Marco Lombrado raccoglie e apre:"E' una proposta interessante e incontra senz'altro il mio interesse: il tema riguarda un altro assessore, ma sono disponibile a parlarne". (Ama/ Dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollettino covid oggi: a Bologna (quasi) la metà dei nuovi contagi e decessi registrati in Regione

  • Coronavirus Emilia-Romagna, bollettino 23 maggio: +43 positivi, 193 guariti e calo dei casi attivi

  • Al fiume con gli amici, scompare tra i flutti: ragazzo trovato morto nel fiume Idice

  • Nuova ordinanza Bonaccini: da lunedì aprono centri sociali, circoli, parchi tematici e riprendono gli stage

  • Covid-19, al via le convocazioni per i test a campione: "1.000 solo a Bologna città, si viene contattati per telefono"

  • Spostamenti tra regioni in dubbio, Bonaccini: "Prudenza alta, si rischia la chiusura" 

Torna su
BolognaToday è in caricamento