Riders in sciopero: «Mai più consegne senza diritti. Stasera non ordinate»

Dalle 18.30 in via Ugo Bassi la protesta a Bologna come in tutta Italia contro il lavoro dei ciclofattorini impostato sul cottimo.

La protesta in via Ugo Bassi

«Mai più consegne senza diritti». E' quello che dicono i riders di Bologna scendendo in piazza questa sera, a Bologna come in tutta Italia, contro la piattaforma Glovo, che imporrebbe una organizzazione del lavoro fondata sul cottimo, sullo sfruttamento, sull'assenza di diritti. 

Ed eccolì qui, davanti al McDonald's di Via Ugo Bassi, biciclette a terra e cartelli in mano: «Oggi scioperiamo e blocchiamo il servizio. Rivolgiamo un appello alla cittadinanza ed ai consumatori: oggi non si ordina! Blocchiamo di nuovo l'economia dello sfruttamento, i nostri diritti non sono in vendita e, di certo, non valgono meno di una pizza o di un hamburger!». 

Il video della protesta da via Ugo Bassi

«Lo avevamo promesso: senza diritti non ci saremmo fermati - dicono i ragazzi del delivery - Nonostante numerosi scioperi e proteste, Glovo non ha voluto ascoltare lavoratrici e lavoratori; ha confermato un'organizzazione del lavoro. Oggi è un giorno importante: in tutta Italia sarà sciopero dentro e contro la piattaforma catalana. Chi per vivere ha bisogno di lavorare non ne può più di salari da fame, di pedalare da cottimista a ritmi forsennati sotto il caldo torrido di questi giorni, della mancanza di assicurazione e di diritti elementari».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus cinese: cos'è, come si diffonde e come proteggersi

  • Incidente a Budrio: un morto e un ferito sulla Trasversale di Pianura

  • Regionali Emilia Romagna 2020, tutti i programmi elettorali

  • La dea bendata bacia il Christian bar: in via Toscana vinto 1 milione di euro

  • SPECIALE | Elezioni regionali Emilia Romagna 2020: dalle interviste ai candidati a tutte le info utili al voto

  • People Mover, avvio il 7 marzo per la navetta veloce tra aeroporto e stazione

Torna su
BolognaToday è in caricamento