Stroncato da un infarto a 15 anni: Paese sotto shock, fiaccolata e striscioni per Saad

'Per i ragazzi colpo durisso' racconta una mamma. Gli amici si mobilitano, cercando di elaborare il lutto: messaggi d'affetto, l'idea di una veglia e una raccolta fondi per riportare la salma nel suo paese d'origine, secondo le volontà della famiglia

Il sogno di diventare un calciatore di serie A. La passione per l’Inter. Gli amici, le ragazze. Sorriso sempre acceso, voglia di vita. E 15 anni da compiere, il prossimo giugno. Questo era Saad Hana, il ragazzino stroncato da un arresto cardiaco, che l’ha colpito ieri mattina mentre era in classe, all’istituto Fantini di Vergato.

La Procura di Bologna ha deciso di far svolgere una consulenza genetica per fare maggiore chiarezza sulle cause della morte, cui dovrebbero dare maggiori numi anche l'autopsia e gli esami tossicologici ordinati. Sulla vicenda è stato aperto un fascicolo con l’ipotesi, tecnica, di omicidio colposo a carico di ignoti.

Nulla potrà comunque dare consolazione ad un dramma ‘inspiegabile’, come dice chi lo conosceva e vedeva in lui un giovane ‘sano e pieno di vita’. Nessuna patologia apparente. Ieri un malore improvviso se l’è portato via nel giro di un’oretta. Strappandolo all’affetto della sua famiglia, di origini marocchine ma da tempo residente nella piccola frazione di Lama di Reno (Marzabotto), dove Saad era conosciuto e molto amato.
Lo attestano i messaggi di affetto che in queste ore riempiono la sua pagina Facebook. Dolore, lacrime ricordi. Scrivono tanti giovani, ma anche mamme e nonne dei suoi amici, ancora incredule “che un ragazzo così giovane possa essersene andato in quel modo“.
‘Rimarrai sempre nei nostri cuori’, ‘ti vogliamo bene’, scrivono in tanti. C’è chi lo ricorda così com’era, “ridevi senza motivo, quando sbattevi la testa contro il muro se una lezione ti sembrava noiosa o quando semplicemente guardavi il libro sul banco. Speravo tornassi in classe urlando "Marzabotto show!!!" e ci avessi fatto un pesce d'aprile in ritardo, come tuo solito”.
C’è poi chi questa notte l’ha passata in bianco,“non riesco a dormire guardo la tua foto il pensiero che non ci sarai piú fa male..”.  Chi invita ad elaborare il lutto cercando “di pensare non a quanto è stato sfortunato ma  a quanto è bello averlo conosciuto e a tutte le cose che ha portato di buono”. Chi stenta ad accettare la realtà “Ieri Signore,ti sei distratto! Hai perso di vista per un attimo un giovane ragazzo di 15 anni e ora un intero paese è sotto shok! .. non accetterò mai che una giovane vita venga spezzata.. Nemmeno per diventare un angelo !”

STRISCIONI, FIACCOLATA E L'ULTIMO VIAGGIO VERSO IL MAROCCO. Ed in effetti il paese di Saad è piombato in un cupo dolore. Racconta la mamma di un amico di infanzia: ‘Noi tutti siamo affranti. Per i ragazzi, in particolar modo, è stata una notizia terribile. E’ un momento duro, molto duro da affrontare per loro’. E i giovani, amici e conoscenti di Saad, elaborano il lutto in queste ore aprendosi non solo attraverso le pagine dei social network. C’è chi ha affisso degli striscioni, che recitano ‘Saab uno di noi’ e ‘Lottiamo per te’.
C’è poi chi sta pensando ad organizzare una fiaccolata in suo ricordo, una specie di veglia funebre in attesa che l’autopsia chiarisca le cause della morte e ci sia il via alla sepoltura.
Per questo, un gruppo di amici – insieme ai loro genitori – si sta mobilitando, raccogliendo le volontà della famiglia di Saad, che vorrebbe riportare la salma nella sua terra di origine, il Marocco. “Questa operazione – ci spiega una delle promotrici dell’iniziativa -  richiede un grosso impegno economico. Con un gruppetto di persone vicine a Saad abbiamo promosso una raccolta fondi per aiutare la famiglia a riportarlo in Marocco”. Via a quella che viene ribattezzata una ‘catena dell’amore’, un modo per far sentire la propria "vicinanza e il sincero affetto" verso un giovane che è volato via, troppo in fretta.

(per quanti eventualmente volessero dare un loro contributo per la raccolta fondi è possibile chiedere informazioni contattando la redazione, bolognatoday@citynews.it)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lega: "A Bologna party universitario blasfemo, intervenga il Rettore"

  • Scossa di terremoto nella notte, avvertita anche nell'Appennino bolognese

  • Ubriaca sul davanzale, cade giù dal terzo piano

  • Scambia la moglie per un ladro e chiama i Carabinieri

  • E' Natale, a spasso per Bologna: le vetrine più originali

  • Terremoto Toscana: riaperto traffico treni AV e regionali, ci sono ritardi

Torna su
BolognaToday è in caricamento