Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La Biblioteca Salaborsa in fase due: libri in quarantena e un "bibliotecario personale"| VIDEO

Il responsabile della biblioteca Salaborsa Antonio Ciccarone spiega le nuove regole e le prospettive future

 

Prenotazione dei volumi online e ritiro/consegna in sede, libri in quarantena per 10 giorni e persino il progetto di poter accedere presto agli scaffali insieme al proprio bibliotecario "personale" previo appuntamento e in totale sicurezza per dipendenti e utenti, un'entrata e un'uscita distinte: queste le nuove regole e procedure raccontate da Antonio Ciccarone, responsabile Biblioteca Salaborsa, che per il momento è aperta con i servizi "base" ovvero il prestito e la restituzione. 

Una macchina perfetta: dalla prenotazione dei libri da casa ai 10 giorni di quarantena 

Il libro che ci interessa lo si prenota da casa con varie modalità e dopo aver ricevuto una mail di conferma si hanno tre giorni per il ritiro. Si entra dall'ingresso principale di Piazza Nettuno e si esce da quello si via Ugo Bassi. Dopo la restituzione i volumi vengono messi in quarantena per 10 giorni, il tempo giusto per la sicurezza totale: tre giorni per la carta, dieci per la plastica delle copertine. 

Ma quando riaprirà Salaborsa?

Siamo in tanti a chiedercelo, ma una risposta ancora non c'è, se non che la volontà è quella di "Passare dai servizi base alla consultazione dei volumi che non vanno in prestito (in Salaborsa non sono moltissimi, ma in altre biblioteche sì) organizzando per appuntamento e sanificando un'area apposita che garantisca il distanziamento. Sono tanti gli studenti a cui le nostre sale studio mancano e ci chiedono quando torneremo: lo vorremmo fare il prima possibile" spiega Ciccarone. 

Cosa sta succedendo alle biblioteche di Bologna: aperture graduali e nuove modalità

Il processo di riapertura graduale delle sedi dell'Istituzione Biblioteche è cominciato il 18 maggio, ma era già stato avviato da diverse settimane e ha visto impegnato il personale nella complessa riprogettazione del servizio secondo le nuove norme sulla sicurezza del pubblico e dei lavoratori. Sono in corso le verifiche sulle condizioni di sicurezza e le procedure di sanificazione degli ambienti procederanno in ciascuna delle sedi decentrate dell'Istituzione.

Saranno la Biblioteca dell'Archiginnasio, la Biblioteca Salaborsa e cinque biblioteche di quartiere, Spina, Scandellara - Mirella Bartolotti, Tassinari Clò, Ginzburg, Corticella - Luigi Fabbri, ad aprire già da lunedì 18 per prenotazioni telefoniche e restituzioni. Da questa stessa data tutte le biblioteche risponderanno telefonicamente alle domande dei lettori e inizieranno la prenotazione dei libri.

Le modalità della riapertura delle biblioteche: 

Per garantire la massima sicurezza è necessario fare in modo che gli spazi delle biblioteche siano il meno affollati possibile. Quindi, in questa fase due, le biblioteche osservano orari ridotti e i servizi hanno subito inevitabili modifiche, tutte riassunte qui:

• Prestito su prenotazione. E' la nuova modalità che le biblioteche mettono in campo per evitare troppi spostamenti sul territorio, affollamento degli spazi e code per prelevare e restituire i libri. Per migliorare il più possibile il servizio l'Istituzione ha programmato un servizio di prenotazione telefonica in tutte le proprie biblioteche: chi desidera prendere in prestito una risorsa può prenotare e, a seguito di conferma dalla biblioteca, andare a ritirare il libro già pronto e preparato dai bibliotecari. Inoltre per facilitare ulteriormente le cose sarà da subito possibile restituire i prestiti in qualunque biblioteca dell'Istituzione, mentre è allo studio la possibilità non solo di restituire, ma anche di ricevere le risorse prenotate nella propria biblioteca preferita o in quella più vicina a casa.

• Nessuna fretta, proroghe fino al 30 giugno e nessuna sanzione. Chi ha ottenuto un prestito prima della chiusura delle biblioteche non deve preoccuparsi, non ci saranno sanzioni e potrà restituirlo con calma, fino al 30 giugno. Per garantire la massima sicurezza inoltre tutte le restituzioni avverranno riponendo i volumi direttamente nei box o sui carrelli predisposti in ciascuna sede.

• Bibliotecari a portata di voce e di clic. Anche se non sarà possibile restare a lungo negli spazi della biblioteca e effettuare ricerche di persona, i bibliotecari saranno sempre disponibili per dare consigli di lettura e orientare le ricerche e prenotare i libri. E' possibile raggiungerli via mail al servizio "Chiedilo al bibliotecario" disponibile sul sito www.bibliotechebologna.it o al telefono negli orari di apertura delle biblioteche. E' inoltre allo studio un nuovo servizio di informazione telefonica per orientare e accompagnare il pubblico delle biblioteche in questo momento di transizione in cui orari e servizi hanno subito delle modifiche, così da facilitare a tutti l'accesso e soddisfare il maggior numero di
richieste risparmiando tempo e rimanendo al sicuro.

• Gli orari di apertura pur con orari ridotti ripartono le biblioteche più grandi del centro città: Biblioteca dell'Archiginnasio dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 18 e il sabato dalle 10 alle 14; Biblioteca Salaborsa dal lunedì al venerdì dalle 13 alle 19, le biblioteche di quartiere apriranno gradualmente nel corso dei prossimi giorni alternando turni tra il mattino e il pomeriggio. Archiginnasio, Salaborsa, Spina, Scandellara - Mirella Bartolotti, Tassinari Clò, Ginzburg, Corticella - Luigi Fabbri accetteranno restituzioni e prenotazioni già da lunedì 18 mentre le consegne sono cominciate da mercoledì 20 maggio. 

• Per ragioni di sicurezza non sarà possibile in questa fase accedere agli spazi e agli scaffali delle biblioteche - compresi quelli dedicati a bambini e ragazzi - consultare giornali e riviste, sostare nelle sale di lettura e utilizzare i computer in dotazione delle biblioteche. Infine, da mercoledì 20 maggio hanno riaperto, con accesso regolato per garantire il distanziamento come prescritto dalle norme per la sicurezza, anche il Teatro anatomico della Biblioteca dell'Archiginnasio, con orario dalle 10 alle 18 dal lunedì al sabato e domenica dalle 10 alle 14. 

Leggi anche:

Negozi riaperti: BolognaToday testa le nuove norme. Ecco la nostra esperienza d'acquisto | VIDEO

Riaprono estetisti e parrucchieri: "Difficile trovare il necessario per riadattarsi e anche dispendioso" | VIDEO

Tra nostalgia e speranze, nuova vita per bar e ristoranti: "È un po' come il primo giorno di scuola" | VIDEO

Musei e fase 2, così riaprono le mostre: "Prenotazioni, pochi accessi e mascherine" | VIDEO

Attrezzi alternati, pulizia e prenotazioni: si torna in palestra | VIDEO

Potrebbe Interessarti

Torna su
BolognaToday è in caricamento