FOTONOTIZIA. Tante chiamate alla Polizia Locale, ma è solo un "chiù"

Emette dei richiami acuti e regolari ogni 3 secondi

"Un allarme che suona e non smette". Da più giorni alla Polizia Locale di San Lazzaro di Savena giungevano telefonate che segnalavano un fastidioso allarme notturno ininterrotto, che disturbava il sonno dei residenti di una zona densamente abitata.

Gli agenti si sono attivati e dopo alcune verifiche hanno scoperto che si trattava di un piccolo gufo, l'assiolo, chiamato chiamato anche "chiù" proprio perché emette dei richiami per le attirare le compagne, acuti e regolari ogni 3 secondi. Il piccolo rapace è una specie protetta in Italia e il suo canto inizia dopo il tramonto e finisce all'alba. 

Gli appassionati di Harry Potter lo conoscono già: Leotordo, il gufetto di Ron Weasley, è infatti un assiolo. Mistero risolto...

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ieri la Polizia Locale di San Lazzaro ha trovato un tacchino vivo dentro a un cassonetto dei rifiuti e lo consegnato a un centro Lipu - Lega Italiana Protezione Uccelli. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dai colli al centro città, i sette parchi più belli di Bologna

  • Covid, nuovo focolaio corriere Tnt: chiuso il magazzino, test per tutti i lavoratori della logistica

  • Coronavirus, aumentano i contagi in regione: + 71. Donini alle aziende: "Fate screening"

  • Incendio in via Sant'Isaia, morta una giovane donna

  • Coronavirus Emilia-Romagna: altri 47 casi, metà a Bologna e 11 sintomatici

  • Dimesso dall'ospedale, torna e aggredisce operatore con calci e pugni

Torna su
BolognaToday è in caricamento