San Lazzaro: popolazione in crescita, sempre più i single e gli stranieri

Confermato il trend delle famiglie unipersonali. Le donne sono più degli uomini, soprattutto, nella popolazione over 65. Matrimoni in calo, chi si sposa propende per il rito civile

Nascite in aumento, decessi pure. Sempre più i single. Le donne in maggioranza netta sugli uomini. E' l'istantanea scattata sulla popolazione di San Lazzaro di Savena per l'anno 2013, dal Servizi Demografici del Comune.

Al 31 dicembre 2013 l’anagrafe di Piazza Bracci ha registrato 31.934 abitanti, di cui 15.237 uomini e 16.697 donne. Rispetto al 2012 si registra un incremento di 159 persone (+0,50%, nel 2012 +0,69%).
I nati registrati nel 2013 sono 262 (238 nel 2012, +10,08%) ed i decessi 335 (317 nel 2012, +5,68%). La differenza tra il calo delle nascite e quello dei decessi porta ad un lievissimo miglioramento del saldo naturale (differenza tra nati e morti) che rimane comunque negativo e si attesta alla fine del 2013 a -73 (nel 2012, -79), superando la media dell’ultimo decennio (-61).
Sono 1549 le persone iscritte nell’anagrafe (1635 nel 2012) a seguito di immigrazione da altri comuni o dall’estero nell’anno 2013. Le persone emigrate o cancellate per altri motivi ammontano a 1317 unità (1338 nel 2012). Il saldo migratorio (differenza tra immigrati ed emigrati) cala lievemente rispetto al 2012 ma rimane positivo e pari a +232 unità (nel 2012: +297).

La popolazione residente risulta così suddivisa: SAN LAZZARO NORD 16981 abitanti  (7974 uomini, 9007 donne); SAN LAZZARO SUD 5972 abitanti  (2868 uomini, 3104 donne); PONTICELLA-CROARA   3949 abitanti  (1911 uomini, 2038 donne); IDICE-COLUNGA 4272 abitanti  (2110 uomini, 2162 donne); CASTEL DE’ BRITTI 760 abitanti  (374 uomini, 386 donne).

Le famiglie residenti nel comune sono 14.782 (-26 rispetto al 2012). L’ampiezza media della struttura familiare è pari a 2,15 componenti per nucleo (in leggera crescita rispetto al 2012: 2,14).
L’andamento del numero delle famiglie nel 2013 registra la diminuzione del numero delle famiglie e l’aumento della dimensione media, quindi va in controtendenza rispetto agli ultimi anni.
I nuclei composti da una sola persona sono 5321 (contro i 5309 del 2012). Diminuiscono i nuclei composti da 2 persone (4676 contro i 4750 del 2012), cala anche il numero dei nuclei composti da 3 (2758 nel 2013 contro i 2771 del 2012).
La tipologia famigliare prevalente rimane quella con 1 componente (36% delle famiglie), seguita dalle famiglie con 2 componenti (31,6%) e quindi dai nuclei composti da 3 persone (18,7%). Le famiglie con figli minori sono 3135 (-6 rispetto al 2012). Di queste 1840 hanno un figlio (1840 nel 2012) e 1073 due figli minori (1052 nel 2012).

I dati confermano una prevalenza della componente femminile (16.697 donne pari al 52,29% della popolazione contro 15.237 uomini pari al 47,71%). Nelle classi di età più anziane la componente femminile si conferma prevalente (56,4% nella classe over 65 come nel 2012).

I cittadini stranieri residenti nell’ultimo anno sono aumentati  passando da 2394 a 2429 unità (+35 unità rispetto al 2012). Gli stranieri residenti nel comune rappresentano il 7,6% della popolazione (7,5% nel 2012). Le cittadinanze più rappresentate sono: Romania (527), Moldova (281), Albania (223), Ucraina (193), Marocco (167), Filippine (104), Bangladesh (103), Pakistan (97), Polonia (80). A San Lazzaro risiedono cittadini provenienti da 78 paesi del mondo. Le donne sono in maggioranza (1.398 contro 1.031 uomini), anche se si riscontrano differenze tra le varie nazionalità. I cittadini stranieri residenti minorenni sono 498 (477 nel 2012). Le famiglie con almeno un componente straniero sono 1.248 (1.252 nel 2012).

I matrimoni celebrati nel 2013 a San Lazzaro di Savena sono stati 69 (78 nel 2012) di cui 38 con rito civile (39 nel 2012) e 31 con rito religioso (39 nel 2012).

A proposito dei nuovi dati demografici il sindaco Marco Macciantelli ha dichiarato: «Ringrazio il Settore Servizi Demografici per il lavoro sempre accurato. Mi limito a qualche sottolineatura. Tra il 2012 e il 2013 emerge la conferma di una tendenza ad una contenuta crescita della popolazione, 159 persone in più, pari a più 0,50%, sino a 31.934 abitanti. La struttura familiare prevalente, quella unipersonale: 5.321 casi, il 36%. 78 i Paesi di provenienza degli immigrati, arrivati al 7,6%, nettamente al di sotto della media regionale e provinciale. I matrimoni con rito civile, nel 2013, 38; quelli religiosi 31. Lieve aumento delle nascite. E' un dato, quest'ultimo, che deve portarci a monitorare attentamente le necessità, in prospettiva, per un'adeguata offerta di servizi educativi e scolastici».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus cinese: cos'è, come si diffonde e come proteggersi

  • Incidente a Budrio: un morto e un ferito sulla Trasversale di Pianura

  • Regionali Emilia Romagna 2020, tutti i programmi elettorali

  • La dea bendata bacia il Christian bar: in via Toscana vinto 1 milione di euro

  • SPECIALE | Elezioni regionali Emilia Romagna 2020: dalle interviste ai candidati a tutte le info utili al voto

  • People Mover, avvio il 7 marzo per la navetta veloce tra aeroporto e stazione

Torna su
BolognaToday è in caricamento