Restauro San Petronio, parte una speciale raccolta fondi

Ricco calendario di iniziative in programma per raccogliere i fondi necessari al restauro. Ai donatori dedicate anche speciali iniziative: dalle visite in luoghi "segreti" della Basilica, fino al proprio nome impresso nella storia

San Petronio ha iniziato i suoi lavori con l’intenzione di restaurare la facciata, l’esterno e le parti interne (ad esempio le cappelle). Finita la facciata, però, i fondi in possesso della Basilica, che è un bene indipendente, non erano sufficienti a terminare i lavori. Da qui l’idea dell’associazione Succede solo a Bologna di creare un progetto per portare a termine il restauro di uno dei beni monumentali simbolo della città.

Si tratta di un progetto di crowdfunding (si chiama  #iosostengoSanPetronio e si avvia in questo mese di Gennaio 2016), intende dunque trovare i fondi per concludere i lavori di restauro e di far conoscere la Basilica e i suoi tesori. Il budget da raccogliere è 200.000 euro (in seguito da valutare un extra budget per lavori).

Per tutto il 2016, grazie ad un ricco calendario di iniziative i bolognesi potranno partecipare attivamente alla raccolta fondi. Si parte sabato 30 gennaio alle 21, nell’ambito di Art City Night, avrà luogo il primo appuntamento patrocinato dal’UNESCO: “BOLOGNA IN MUSICA: viaggio tra le note di Bologna”,  concerto in basilica a cura dei Musici dell’Accademia.

DONAZIONI E RICORDI SPECIALI. I donatori, a seconda della cifra versata, riceveranno gadget vari, visite esclusive in luoghi chiusi da tempo all’interno della Basilica, apertivi e cene sulla suggestiva terrazza a 50 metri di altezza. A tutti i donatori, verrà inoltre consegnata una “umarel card” che darà la possibilità ai possessori di vedere l’esecuzione dei lavori nelle date prestabilite.
Ma non solo, a chi donerà cifre considerevoli sarà data la possibilità di ‘adottare’ di un pezzettino di San Petronio o addirittura di ‘entrare nella storia’. Ad esempio, per 100 euro si potrà ‘adottare un mattone’, in cambio i donatori riceveranno un mattoncino simbolico e pergamena autentica della Basilica con il numero esatto del proprio mattone. E via via, fino alla somma di 100mila euro: chi la donerà – privato o azienda che sia – vedrà il proprio nome impresso sulla cappella restaurata (grazie al suo assegno) all’interno della Basilica. 
Ecco qui tutte le modalità della raccolta fondi Io sostengo San Petronio 

Allegati

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Incidenti in A13, tamponamenti a catena: coinvolti mezzi pesanti, tratto chiuso

  • Cronaca

    Bambini picchiati e minacciati all'asilo di Imola: "Se lo dici ti prendo e ti attacco al soffitto"

  • Cronaca

    Imola, ammanettato reagisce ai Carabinieri: "Vi ammazzo, ho già un precedente per tentato omicidio”

  • Cronaca

    Terzo colpo alla Cae di San Lazzaro: "In azione un commando di 7 persone"

I più letti della settimana

  • Nuova apertura in città: sotto le Due Torri la catena di supermercati Alì

  • Pestati dal gruppo, tassista e spazzino in ospedale: "Colpito con calci, pugni e spranga"

  • Nuova apertura a Bologna, arriva la birreria bavarese Löwengrube

  • Neve in arrivo e temperature giù, in campo spazzaneve e spargisale

  • Allerta meteo: neve in arrivo, spargisale in azione

  • Vincita da 500mila euro a Ozzano: "Felicissimo Natale al nostro fortunato cliente"

Torna su
BolognaToday è in caricamento