SanLab: apre il nuovo polo di eccellenza a San Lazzaro

Un edificio di oltre 350 metri quadrati nel sulla via Emilia, dove i ragazzi degli istituti superiori potranno sviluppare le proprie competenze, lavorando per aziende del territorio e studiando soluzioni innovative

San Lab, il nuovo polo dedicato alla didattica, alla formazione e al lavoro. Un edificio di oltre 350 metri quadrati sulla via Emilia, dove i ragazzi degli istituti superiori potranno sviluppare le proprie competenze, lavorando per aziende del territorio e studiando soluzioni innovative nei campi delle scienze della meccanica e della robotica.

Un progetto nato grazie alla partnership tra il Comune di San Lazzaro, la Fondazione Golinelli, la rete di scuole del Laboratorio Territoriale Opus Facere e le aziende del territorio, che ha messo il nuovo edificio a disposizione del Laboratorio Territoriale per l’Occupabilità Opus Facere – Fare per capire, progetto educativo innovativo che ha vinto un finanziamento di 750.000 euro stanziato dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

Il nuovo spazio è stato inaugurato il 22 marzo. La serata è stata anche l’occasione per intitolare la sala polivalente di Officine San Lab a Marco Biagi, giuslavorista ucciso dalle Nuove Brigate Rosse il 19 marzo del 2002.

Il progetto 

Un nuovo modello di filiera educativa e formativa che che coinvolga le Istituzioni locali, l’Università, i Centri di ricerca e le imprese del territorio per mettere a disposizione della comunità e delle scuole dell’area di Bologna Città Metropolitana spazi incentrati sull’innovazione didattica e formativa, dove sviluppare progetti avanzati in sinergia con le politiche locali per il lavoro e le imprese. 

Presso le Officine San Lab sorgerà un polo didattico e culturale innovativo, dedicato alla formazione, al reverse engineereing, alla ricerca e sviluppo di materiali metallici, alla meccatronica e motoristica, all'advanced prototyping in 3D, in collaborazione con significative aziende del settore della meccanica quali Poggipolini srl. Il Comune ha investito 150.000 euro per i primi 3 anni del progetto e 500.000 per i 10 anni complessivi.

Disporrà di una sala polivalente e di tre aule didattiche che consentiranno di portare il proprio know-how trentennale con un programma di laboratori scientifici ad hoc per le famiglie e le scuole del territorio, anche in sinergia con il programma del Laboratorio Territoriale. La Fondazione, che dal 1988 si occupa di educazione, formazione, ricerca, innovazione, impresa e cultura, da sempre veicola contenuti scientifici attraverso metodologie e tecnologie didattiche all’avanguardia, all’interno di una «filiera della formazione» che mette al centro la scuola (studenti e insegnanti) in un ecosistema di attori che collaborano condividendo gli stessi principi, valori e obiettivi. Le sue attività alle Officine Sanlab saranno incentrate sull'utilizzo delle nuove tecnologie, sull'approccio pratico-esperienziale e sulla creatività. Saranno inoltre organizzati corsi estivi per bambini e ragazzi, corsi di formazione per insinsegnanti e appuntamenti di divulgazione scientifica per un pubblico più ampio.

“Abbiamo creato questo luogo - dice il sindaco di San Lazzaro Isabella Conti – per dare nuove competenze, prospettive e futuro ai ragazzi. Perché per investire su di loro, occorre puntare sulla formazione e sulla sinergia tra didattica e lavoro. A Officine San Lab il mondo della scuola, le aziende e le istituzioni possono dialogare e lavorare insieme per offrire ai cittadini di domani occasioni di crescita come individui autonomi e competitivi sul mondo del lavoro. La collaborazione con aziende che sono eccellenze a livello territoriale e internazionale, ci permette di dare un’opportunità in più ai nostri ragazzi, quella di confrontarsi direttamente con le sfide del mondo del lavoro, facendosi portatori e interpreti di innovazione.”

"Questo nuovo polo per l’educazione scientifica e l’innovazione – aggiunge l’assessore alla Scuola Benedetta Simon - va ad arricchire l’offerta formativa delle nostre scuole, aggiungendo preziose occasioni di sperimentazione pratica al percorso di studi”.
Soddisfatto della partnership con il Comune anche il direttore generale della Fondazione Golinelli, Antonio Danieli: “Accogliamo con grande piacere la scelta strategica del Comune di realizzare le Officine SanLab e destinarle a un sistema integrato che mette in rete le scuole, le istituzioni, le imprese e la cittadinanza, incentrato sull’innovazione, la didattica, e il lavoro. Siamo onorati di essere stati individuati dall'Amministrazione come il partner ideale per lo sviluppo di questo polo, che costituirà per Fondazione Golinelli una ‘seconda gamba incentrata sul territorio metropolitano’. Siamo infatti sicuri che le Officine SanLab offriranno una adeguata risposta alla domanda di innovazione che proviene da tutto il comparto metropolitano a sud-est della Città. Lo spirito della Fondazione Golinelli è sempre stato questo: portare la cultura ‘alta’ fuori dalle accademie, e renderla fruibile liberamente e capillarmente nei territori, nelle agorà aperte e inclusive, come quella voluta dal Comune di San Lazzaro.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, neve in arrivo sull'Appennino emiliano

  • Maltempo: allagamenti e smottamenti, fiumi esondati e oltre 300 persone evacuate

  • Maltempo: massimi livelli di allerta a Budrio, Castel Maggiore e Malalbergo, salvata coppia

  • I Mercatini di Natale a Bologna: il calendario 2019

  • In Piazza Maggiore migliaia di Sardine vs Lega | FOTO e VIDEO

  • Truffa dei bancomat, continua il raggiro del 'finto accredito'

Torna su
BolognaToday è in caricamento