VIDEO| 22 maggio Santa Rita: la tradizione delle rose benedette in città

Riti e tradizioni che si rinnovano ogni anno il 22 maggio

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...
 

Come da tradizione, la chiesa di San Giacomo Maggiore il 22 maggio resta aperta dalle 6,30 alle 23. A mezzogiorno si tiene la preghiera della solenne Supplica per tutti i devoti. Alle ore 21,30, la tradizionale solenne benedizione a tutta la Città dalla porta della chiesa in piazza Rossini.

Anche la Parrocchia di Santa Rita, in via Massarenti 418, festeggia il 22 maggio: Sante Messe alle 7.30 (presso le Monache), 8.30, 10, 11.30 (con supplica), 17.00, 18.30. Per tutta la giornata (dalle 7.30 alle 20) benedizione degli automezzi e distribuzione rose benedette, sotto il portico. 

Le rose benedette

La storia racconta che ormai alla fine dei suoi giorni, Rita chiese alla cugina, andata a farle visita, di portarle due fichi e una rosa dall’orto della casa paterna, ma era pieno inverno. Tuttavia la ragazza, una volta tornata a Roccaporena, vide in mezzo alla neve proprio una rosa e due fichi, così li raccolse e glieli portò. La rosa diventò quindi il simbolo della Santa che proprio per questo evento miracoloso viene definita "dei casi impossibili". Fu canonizzata nel 1900.

Nella chiesa di San Giacomo Maggiore, vi è una cappella dedicata alla Santa e un dipinto del XVIII secolo di un pittore bolognese poco noto, Galgano Perpignani, oltre a un reliquiario che conterebbe il suo velo. 

Bologna festeggia Santa Rita

Potrebbe Interessarti

  • Violenta grandinata su Bologna\VIDEO

  • Grandine sulla Piazzola: "Ci siamo salvati per il rotto della cuffia"\VIDEO

  • La Regione assume: 1300 posti di lavoro a concorso

  • VIDEO| Protesta sotto le Torri: ingresso blindato, traffico bloccato

Torna su
BolognaToday è in caricamento