Fumetto 'nero' in Santo Stefano, spostata la presentazione

Individuata la Sala Dell'Angelo del Quartiere al posto del Baraccano, su richiesta della Polizia. Domani mattina banchetto anti-Làbas a pochi metri dal centro sociale

Repertorio

Continuano a scaldarsi gli animi nel Quartiere Santo Stefano, dopo l'annunciata presentazione il 28 giugno di un libro-fumetto sul militante nero Sergio Ramelli. Il meeting si appresta a traslocare: dal circolo-centro sociale Baraccano alla Sala dell'Angelo e su richiesta della Digos di Bologna.

Lo spostamento "permetterebbe alle Forze dell'ordine di razionalizzare meglio i servizi di sicurezza", specifica Massimiliano Mazzanti, ex consigliere comunale di An e organizzatore dell'incotro, che su Facebook parla di "accordo istituzionale" con la Questura per il cambio di sede. E quindi precisa: "Tranquillizzo tutti non siamo stati sfrattati". E' arrivata solo una "cortesissima richiesta della Digos che ci ha chiesto se per noi fosse altrettanto dignitoso o non difficoltoso" cambiare location usando un'"altra sala del quartiere, peraltro forse più adatta".

Dopo le prime obiezioni di Labas e Coalizione civica, ieri anche il Pd si e' opposto all'iniziativa e, per Mazzanti, è "incredibile che il Pd chieda alla Polizia di proibire la presentazione di un libro organizzata sotto l'egida di una casa editrice". Mazzanti controsfida dunque gli oppositori: se temono cio' che si dira' all'evento su Ramelli possono "chiederne conto nelle sedi giudiziarie, ma ricordo che chi in passato ci ha provato ha dovuto battere in ritirata dovendo anche pagare le spese processuali". Ad ogni modo, "nelle nostre iniziative diciamo quello che ci pare" e stavolta in particolare, "sappiamo cosa possiamo e soprattutto dobbiamo dire".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Intanto sempre domani, dalle 10 alle 12, di fronte alla Pasticceria Laganà in via Santo Stefano n.112 e di fronte al supermercato Metà in via Murri n.4 Forza Italia Emilia Romagna sarà presente con dei banchetti di raccolta firme che chiederà "di liberare l'ex Caserma Masini" che attualmente alloggia il centro sociale Làbas.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollettino covid oggi: a Bologna (quasi) la metà dei nuovi contagi e decessi registrati in Regione

  • Coronavirus Emilia-Romagna, bollettino 23 maggio: +43 positivi, 193 guariti e calo dei casi attivi

  • Al fiume con gli amici, scompare tra i flutti: ragazzo trovato morto nel fiume Idice

  • Nuova ordinanza Bonaccini: da lunedì aprono centri sociali, circoli, parchi tematici e riprendono gli stage

  • Spostamenti tra regioni in dubbio, Bonaccini: "Prudenza alta, si rischia la chiusura" 

  • Coronavirus Emilia-Romagna, il bollettino del 24 maggio: +45 positivi, 8 decessi

Torna su
BolognaToday è in caricamento