Quartiere S.Stefano: "Via Dante spartiacque, zona di serie A e zona di serie B"

A parlare i commercianti della "Santo Stefano di second'ordine": poco passaggio, trascuratezza e serrande abbassate. Solo gli alimentari pakistani per le birre da portare al parco

A Bologna "Ci sono due via Santo Stefano: una (di serie A) che va dalla Piazza a via Dante e l'altra (di serie B) che va da via Dante alla Porta". Questa è la frase che più frequentemente si sente parlando con i commercianti e i cittadini della parte "out". Serrande abbassate, locali in affitto, nuove aperture solo di alimentari gestiti da pakistani che fanno orari più "elastici" e pochissimi passanti.

NEGOZI STORICI E BOTTEGHE D'ALTRI TEMPI: MA QUI NESSUNO ORGANIZZA NULLA. Un calzolaio, un fioraio, una merceria e un barbiere come quelli di una volta: "Siamo negozi storici, ma presto chiuderemo se va avanti così - il timore dei commercianti più "antichi" - avrei voluto passare a un giovane la mia attività di fioraio, ma ormai non vendiamo più nulla e temo che anche questa serranda si abbasserà". "Sono giovane e appena arrivata - a parlare la ragazza che da qualche tempo ha cominciato a lavorare alla merceria di zona (una di quelle dal sapore antico, come poche ormai ne sono rimaste) - ma è evidente che la zona è morta e che bisognerebbe vivacizzarla con eventi e attrazioni, ci vorrebbe un comitato". E poi il bar Edelwaiss che resta chiuso e toglie un servizio importante oltre che uno storico luogo di aggreazione.

DALL'EMERGENZA PARCHEGGI ALLE CONDIZIONI DELLE STRADE.  E se per molti residenti c'è l'emergenza parcheggio (dopo che ne sono stati tolti almeno 35 nell'ultimo anno: il Presidente Ilaria Giorgetti "Pretende una soluzione"), per altri le vere problematiche sono i raid vandalici notturni che spazzano a terra motorini e biciclette con qualche "ricordino" anche sulle auto parcheggiate. "Di notte suonano i campanelli e fanno un gran fracasso rientrando dalla discoteca dei Giardini Margherita" racconta una signora d'età residente della parte alta.

ANARCHICI E ATLANTIDE "NON DANNO PROBLEMI E SONO EDUCATI". I due casseri però non c'entrano "Sia gli Anarchici che i frequentatori dell'Atlantide non portano particolari problematiche per la maggior parte degli intervistati: "Rispettano le regole e, anche quendo fanno le loro feste, poi lasciano la via in ordine e pulita, salvo qualche rara eccezione. I problemi di degrado si intensificano d'estate? "Certo che sì, sono dovuti per la maggiore ai ragazzi ubriachi che escono dalle loro serate ai Giardini: si divertono a buttare per terra i motorini e la mattina i proprietari si ritrovano i loro mezzi danneggiati".

SANPIETRINI "SALTELLANTI" E ANZIANI CHE TEMONO DI CADERE. "Il problema non sono certo i graffiti" dice il barbiere di zona "Qui davanti i bolognini stanno saltando tutti e i miei clienti più anziani temono sempre di cadere. Guardando questa parte di Santo Stefano: sembra di essere a Bologna?".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus cinese: cos'è, come si diffonde e come proteggersi

  • Elezioni Regionali Emilia-Romagna, i risultati: Bonaccini vince e va oltre il 50 per cento

  • La dea bendata bacia il Christian bar: in via Toscana vinto 1 milione di euro

  • Regionali Emilia Romagna, le Sardine festeggiano e escono di scena: "Non siamo nati per stare sul palcoscenico. E' tempo di tornare alle nostre priorità"

  • Incidente, scontro frontale a Castel Guelfo: 24enne grave al Maggiore

  • Lunga giornata di voto in Regione. Boom alle urne, oltre il 70% a Bologna

Torna su
BolognaToday è in caricamento