Sasso Marconi, furto a segno con la tecnica delle “chiacchiere in buona compagnia” 

Anziano nel mirino, due giovani donne denunciate: lo hanno 'abbordato' al supermercato, poi un invito a casa e infine la brutta sorpresa

Denunciato due rumene di 22 e 38 anni, senza fissa dimora, per furto in concorso. E' successo dopo che il 20 giugno scorso, i Carabinieri di Sasso Marconi hanno raccolto la denuncia di un 82enne italiano, che riferiva di essere stato derubato da due donne che lo avevano avvicinato due giorni prima all’uscita di un supermercato di via Amedani, con la scusa di incontrarsi privatamente per fare due “chiacchiere in buona compagnia”.

Dopo aver accolto l’invito delle giovani ed essersi scambiati i numeri di telefono, i tre soggetti si sono dati appuntamento per la mattina seguente davanti alla “Casa della Conoscenza” di Casalecchio di Reno. Giunto a bordo della propria vettura, pulita e lucidata, l’82enne ha fatto salire a bordo le due donne e le ha portate a casa, facendole accomodare in sala ed offrendo loro un po’ di birra fresca, oltre alle tanto attese “chiacchiere in buona compagnia”. Qualche ora dopo, le due rumene hanno chieto all’anziano di essere accompagnate presso la Stazione Ferroviaria di Casalecchio. Lì, dopo averle salutate, l’82enne si è reso conto di essere stato derubato della sua preziosa collana in oro.

Gli inquirenti sono risaliti all’identità delle due ladre attraverso l’utenza telefonica che la 22enne aveva utilizzato per contattare l’anziano e la presenza quotidiana della 38enne difronte al supermercato di Sasso Marconi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, previsioni per il fine settimana: tornano pioggia e neve

  • Sardine, il 19 gennaio 6 ore di musica e riflessioni: ecco chi salirà sul palco di Piazza VIII agosto

  • Incidente a San Lazzaro: 20enne investito sulle strisce

  • Vuole offrire da bere agli 'amici': invece di ringraziarlo lo aggrediscono e lo rapinano

  • Incidente a Sasso: scontro camion-corriera, passeggeri bloccati vicino il bordo della rupe

  • Rapina la banca, poi confessa davanti al Giudice: “Mio figlio malato, la paga da operaio non basta”

Torna su
BolognaToday è in caricamento