Sciopero benzinai in autostrada, 31 marzo-1 aprile 2015: ecco gli impianti aperti

Seconda tornata di mobilitazioni: "in conseguenza all’atteggiamento delle strutture politico-burocratiche dei Ministeri competenti a difesa del “sistema” a garanzia degli interessi di cui godono i concessionari autostradali"

Un sciopero nazionale degi benzinai sulle autostrade è stato indetto dalle ore 24 del 31 marzo 2015 alle ore 24 dell’ 1 aprile 2015.
È la seconda tornata di mobilitazioni dei gestori degli impianti di carburanti aderenti a Faib Confesercenti, Fegica Cisl e Anisa Confcommercio. "Si tratta della fatale conseguenza - si legge in una nota congiunta delle Organizzazioni di categoria Faib Confesercenti, Fegica Cisl ed Anisa Confcommercio - dell’atteggiamento di totale arroccamento delle strutture politico-burocratiche dei Ministeri competenti - Trasporti, Infrastrutture e Sviluppo Economico - a strenua difesa e protezione del “sistema”, tanto opaco quanto monolitico, posto a garanzia degli interessi e delle rendite di posizione di cui godono i concessionari autostradali".

SERVIZI GARANTITI. Sul sito Imprese E-R sono elencati gli impianti autostradali di distribuzione carburanti che devono garantire il servizio per tutta la durata dello sciopero .

Elenco dei distributori aperti sulle autostrade in occasione della mobilitazione:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

distributori-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 4 borghi medievali più belli nella provincia di Bologna

  • Dai colli al centro città, i sette parchi più belli di Bologna

  • Covid, nuovo focolaio corriere Tnt: chiuso il magazzino, test per tutti i lavoratori della logistica

  • Coronavirus, aumentano i contagi in regione: + 71. Donini alle aziende: "Fate screening"

  • No malattia lavoratori di Medicina, il sindaco: "Poca attenzione del Governo"

  • Coronavirus Emilia-Romagna: altri 47 casi, metà a Bologna e 11 sintomatici

Torna su
BolognaToday è in caricamento