Sciopero dei Vigili del Fuoco: "Sedi fatiscenti e mezzi troppo vecchi"

In protesta da questa mattina davanti alla Prefettura in Piazza Roosvelt. Il delegato regionale Cgil: "Non abbiamo gli organici per sviluppare il servizio di soccorso sul territorio"

Un presidio sotto il palazzo della Prefettura questa mattina in piazza Roosvelt. Sono i Vigili del Fuoco e hanno deciso di scendere in piazza per diverse ragioni, tutte elencate da Leonardo Piol, coordinatore provinciale della Cgil dei Vigili del Fuoco: "Intanto i mezzi di soccorso che abbiamo in dotazione e per i quali chiediamo un rinnovo, visto che l'età media in Emilia Romagna è la più alta d'Italia. Poi ci sono le nostre sedi, il cui stato strutturale in alcuni casi è davvero inaccettabile. C'è poi il problema della mensa serale, sostituita da buoni pasto elettronici per molti versi inutilizzabili. Poi, ovviamente chiediamo il rinnovo del contratto di lavoro". Sul posto sono arrivati anche gli assessori Pillati e Lepore. 

Parla di sedi fatiscenti, quali sono in particolare? Anche nel bolognese?

C'è la sede di Pianoro per esempio, un prefabbricato nato nel periodo dei cantieri dell'alta velocità e ora praticamente in una zona deserta. La sede centrale di Bologna vicino alla Dozza (che è del 1987) è ridotta in uno stato non proprio ottimale e ci sono problemi anche al Carlo Fava, dove si trovano impianti fatiscenti e probabilmente anche dell'amianto".

E sulla mensa?

"Una circolare del ministero, lo scorso gennaio, ha comunicato che la mensa serale sarebbe stata interrotta e sostituita da buoni pasto elettronici. Il problema che noi vigili del fuoco non abbiamo certo una pausa pranzo/cena prestabilita, partiamo e torniamo in base alle chiamate, alle emergenze...e spesso la sera i nostri orari non sono compatibili con quelli degli esercizi che possono fornirci un pasto. Non è una questione di soldi, la differenza è davvero minima, ma la mensa è tutta un'altra cosa". 

L'INTERVISTA AD ALESSANDRO MONARI  

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

L'assessore Riccardo Malagoli, anche lui sul posto, ha dichiarato che: "I Vigili del Fuoco sono un presidio importante per la tutela dei cittadini e rivendicano sedi adeguate e come tutti i dipendenti pubblici il rinnovo del contratto, chiaramente e giustamente. Chiederemo i fondi necessari per la manutenzione delle sedi della città metropolitana".                         

Monari all'uscita dall'incontro ha detto di "avuto rassicurazioni dal prefetto e dell'assessore Malagoli riguardo alle sedi e ai mezzi". Chiesto anche il raddoppio dei fondi stanziati per il 2017 e quello dei mezzi in Emilia Romagna, oltre alla stabilizzazione del personale 814: "Attendiamo risposte in forma scritta". 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sente rumori sospetti in casa e spara, ucciso un uomo

  • Lega: "A Bologna party universitario blasfemo, intervenga il Rettore"

  • Scossa di terremoto nella notte, avvertita anche nell'Appennino bolognese

  • Incidente a Casalecchio: pedone investito all'incrocio

  • Terremoto Toscana: riaperto traffico treni AV e regionali, ci sono ritardi

  • E' Natale, a spasso per Bologna: le vetrine più originali

Torna su
BolognaToday è in caricamento