Daspo per chi dorme in strada?: per Piazza Grande "è inutile"

Dopo gli sgomberi nella zona stazione: "Non si risolve così il problema della marginalità"

Il Daspo per chi dorme per strada? "Non si risolve così' il problema della marginalità". Così la pensano su "Piazza Grande", il giornale fondato dalle persone senza dimora di Bologna. L'allontanamento notificato lungo i viali in zona stazione sarebbe dunque inutile, tanto che gli stessi luoghi, nel giro di poco tempo, tornano a popolarsi di senza dimora.

"Il legame marito-moglie è così forte che preferiscono dormire sotto un portico insieme piuttosto che in un dormitorio divisi", spiega un operatore della coop Piccola carovana in uno degli articoli. Il risultato più tangibile è che tra chi dorme in strada c'è solo "meno tranquillità", aggiungono gli operatori, perchè "ora devono dormire con un occhio aperto, lo sgombero potrebbe arrivare da un momento all'altro".

Senzatetto in viale Masini: lo sgombero di Carabinieri e Municipale 

In breve, "è evidente l'inconcludenza di questo provvedimento tanto emergenziale quanto inutile", questo il verdetto di Piazza Grande. "Non si risolve così il problema della marginalità", è il titolo dell'intervento di Carlo Francesco Salmaso, presidente di Piazza Grande. "Quando penso che lì un senza dimora non ci dovrebbe stare- scrive Salmaso- non penso a un luogo specifico. Penso che nessun posto vada bene per una persona senza casa, se non una casa". 

E quindi: "No ai daspo(stare), si' alla dispo(nibilità)", continua Salmaso, "diciamo a tutti i cittadini di portare un po' di pazienza e a chiunque voglia darci una mano che c'è posto: facendo il volontariato, affittandoci una casa, dedicando un po' di tempo a parlare con una persona senza dimora, conoscere la sua storia". Il Daspo "è completamente inutile", afferma in un altro articolo Ermes, che vive nel centro di accoglienza Condominio Scalo e lavora come operatore notturno al Rostom (dormitorio - ndr). Si tratta di un provvedimento che "non affronta il problema della povertà o dell'emarginazione. Crea disagio sopra il disagio. Credono forse- aggiunge Ermes- che quelle persone non abbiano poi cercato un altro posto per dormire? Chiedo: la soluzione sarebbe spostare il problema da una parte all'altra della città?". (dire) 

"Avevo tutto e sono diventato un senzatetto per aiutare un amico"

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Bentivoglio: assalto notturno al bancomat Emil Banca

  • Cronaca

    Pizzerie fallite in serie, imprenditore in manette: sequestro da 1 milione

  • Cronaca

    Farmaci anestetici nel centro estetico: blitz dei NAS

  • Politica

    L'ex 5Stelle Giovanni Favia condannato a Roma per diffamazione

I più letti della settimana

  • Bruna, 23 anni: "Facendo la escort trans pago l'università a mia sorella"

  • Violenze e sevizie su anziani, scattano arresti in casa famiglia

  • Rientrano a casa, ci sono i ladri: picchiati, legati e rapinati

  • Incidente a Casalecchio sulla Porrettana: frontale alla rotonda Borgonuovo

  • Incidente in viale Ghandi: scontro auto-moto, gravissimo motociclista 48enne

  • Incidente a Ozzano: auto cappotta e finisce in bilico su un bidone

Torna su
BolognaToday è in caricamento