Caserma Sani sequestrata, il centro-destra: "Il Comune sceso a patti, inadeguatezza delle sinistre"

Forza Italia e Lega spingono per lo sgombero, Bernini: "Resta il tema della riqualificazione dell’area"

"A nome dei cittadini della bolognina ringrazio il Procuratore Amato e il Giudice Panza per la grande rapidità ed efficacia d'intervento". Lo scrive in una nota il consigliere comunale della Lega Umberto Bosco in merito al sequestro della ex Caserma Sani occupata il 15 novembre dal collettivo Xm24. "Ora si provveda a liberare fisicamente lo stabile da chi, con prepotenza, l'ha occupato. Mi auguro che la Giunta abbia imparato la lezione e non scenda ancora a patti con gli occupanti. Domani in Commissione tratteremo l'odg Lega che impegna Giunta a blacklistare il collettivo".

A Bosco fa eco la presidente dei senatori di Forza Italia Annamaria Bernini: "E’ davvero ora che a questi personaggi, che agiscono fuori dalle norme, in barba alle Istituzioni, sia dato un segnale chiaro: nessuna concessione può essere fatta se si è abusivi", si legge nella nota "Il fatto che il Comune di Bologna continui a promettere una sede a chi si comporta in questo modo è indice della inadeguatezza delle sinistre che, forse per paura di perdere gli ultimi voti rimasti, non riescono a tenere una linea chiara e definita. Eppure, dovrebbe essere semplice: chi vuole gestire uno spazio pubblico, aderisce alle norme, si costituisce in associazione e partecipa a un regolare bando. Perché siamo nella pubblica amministrazione e non devono esistere diritti senza doveri. Resta il tema della riqualificazione dell’area, che risulta da tempo oggetto di un progetto da parte di Cassa depositi e prestiti: ci attiveremo con una interrogazione parlamentare affinché vengano stabiliti tempi certi – e soprattutto celeri – per consegnare alla comunità un nuovo e necessario spazio di aggregazione".

"Questo atto è da considerarsi un primo passo verso lo sgombero dell'area occupata". Lo dichiara il capogruppo di Insieme Bologna in Consiglio comunale, Gian Marco De Biase. "Visto l'atteggiamento avuto da Xm24 in questi mesi" e la "mancanza del rispetto delle regole" da parte del collettivo, "auspichiamo- aggiunge De Biase- che il Comune mantenga ferma la posizione intrapresa, in modo da non creare figli e figliastri".

Il Gip Domenico Panza ha accolto la richiesta della Procura di Bologna, nella persona del procuratore capo Giuseppe Amato, e ha disposto il sequestro preventivo della ex Caserma Sani di via Ferrarese, occupata  il 15 novembre scorso dal collettivo XM 24Il sequestro preannuncia quindi lo sgombero

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus cinese: cos'è, come si diffonde e come proteggersi

  • Incidente a Budrio: un morto e un ferito sulla Trasversale di Pianura

  • Elezioni Regionali Emilia-Romagna, i risultati: Bonaccini vince e va oltre il 50 per cento

  • Regionali Emilia Romagna 2020, tutti i programmi elettorali

  • La dea bendata bacia il Christian bar: in via Toscana vinto 1 milione di euro

  • SPECIALE | Elezioni regionali Emilia Romagna 2020: dalle interviste ai candidati a tutte le info utili al voto

Torna su
BolognaToday è in caricamento