Aeroporto Marconi, tenta di imbarcarsi con addosso 300 mila euro

Due tentativi in pochi giorni, entrambi falliti grazie all'intervento della dogana e delle Fiamme Gialle. La somma sequestrata è pari al 50% del denaro che l'uomo aveva addosso

Un passeggero dell'aeroporto Marconi ha tentato di portare in Nigeria, il suo Paese d'origine, una grossa quantità di denaro senza dichiararlo alla dogana ed è stato scoperto per ben due volte in pochi giorni: la legge infatti obbliga la dichiarazione di importi superiori ai 10 mila euro e in casi come questo, viene sequestrata la metà della cifra. 

La prima volta ha tentato di imbarcarsi con 296 mila euro nella valigia e altri 18 mila euro nel bagaglio a mano. Fermato e controllato in dogana, dopo l'intervendo della Guardia di Finanza, si è proceduto al sequestro. Solo pochi giorni dopo di nuovo lui, sempre al Marconi tentando di portare con sè altri 96 mila euro.