Spaccio di droga alla Barca, tra le case popolari: quattro persone in manette

I Carabinieri portano alla luce un contenuto ma organizzatissimo 'giro' di spaccio al dettaglio, portato avanti da due giovani ma con appoggi nel quartiere. Contanti rinvenuti in camera dei fratellini piccoli

Immagine di repertorio

La droga invece è stata rinvenuta nell'altro appartamento popolare, abitato da madre e figlia, entrambe cittadine italiane. Un totale di 190 grammi, tra hashish e marijuana, nascosti in uno zaino, assieme agli strumenti per il confezionamento come bilancini, bustine e due coltelli con tracce di 'fumo' nella lama.

Il modus operandi del gruppo, ipotizzano gli inquirenti guidati dal pm Nicola Scalabrini, era che mentre madre e figlia si dedicavano alla custodia e al confezionamento delle sostanze, i due fratelli si occupavano dello spaccio vero e proprio, che avveniva in strada, ma dietro appuntamento telefonico.

Uno scenario in sostanza di collaborazione, dentro il quale i carabinieri hanno faticato non poco  introdursi: i militari della zona erano ben conosciuti e ogni volta che facevano ingresso nel rione la voce si spargeva, vanificando le indagini. Sono serviti appostamenti in borghese e attività di controllo sulle utenze telefoniche per capire come si muoveva il gruppo, che per comunicare utilizzava di volta in volta mezzi diversi, tra cui anche cellulari le cui Sim sono risultate intestate a terzi.

I due fratelli erano già noti per le loro attività e avevano alle spalle anche precedenti in età minorile, mentre madre e figlia, sebbene abituali consumatrici delle sostanze, sono risultate incensurate.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bufera social, Cremonini sulla colf: "L'ho chiamata Emilia, se pago posso cambiare il nome"

  • Covid, focolaio magazzino Bartolini. Ausl: "200 sotto sorveglianza, 64 positivi e 2 ricoveri"

  • Offerte lavoro Bologna fisso mensile

  • Nuova ordinanza di Bonaccini: posti a sedere su bus e treni occupati al 100%

  • Positivi due lavoratori di una pizzeria a Casalecchio, la scoperta dopo una rissa: tamponi a tappeto e controlli

  • Coronavirus Emilia-Romagna, il bollettino del 25 giugno: picco contagi per Bologna

Torna su
BolognaToday è in caricamento