San Lazzaro, chiusa la stazione ecologica. Il sindaco: "Non era più a norma"

Implementati gratuitamente i servizi per i cittadini che ora potranno chiamare direttamente Hera per il ritiro dei rifiuti ingombranti

La stazione ecologica di via Speranza (foto archivio)

La stazione ecologica di via Speranza a San Lazzaro è stata chiusa. Una decisione del Comune, che  ha già avviato tutte le procedura di bonifica dell’area.  “La stazione ecologica è chiusa dal 10 dicembre perché non era più a norma - spiega a BolognaToday il sindaco Isabella Conti - Al suo posto avremo un'area verde e una porzione della sede di Alce Nero. L’area della stazione verrà interamente bonificata dai residui dei rifiuti e dagli idrocarburi , e lì sorgerà una porzione di parco, e in parte il nuovo centro produzione pasti per i nostri bambini. Quest’ultimo progetto prevede che il Comune continuerà ad avere i propri cuochi e a selezionare con rigore la provenienza delle materie prime. Abbiamo intenzione di far partire poi, uno studio parallelo sui bimbi che li seguirà fino all’età adulta per verificare se il cibo, la qualità del menù e l’assenza di pesticidi o crittogamici nella loro alimentazione fin dall’infanzia, gli consentirà di avere un miglior apprendimento a scuola e un minore rischio di sviluppare malattie autoimmuni, cardiocircolatorie o degenerative”.

Poi, ritornando sul tema della stazione ecologica, il primo cittadino fa delle precisazioni: “A fronte della chiusura abbiamo già implementato gratuitamente per i cittadini il servizio a chiamata. Per i rifiuti ingombranti, che prima sarebbero stati portati direttamente lì, ora Hera li ritira  sotto casa su chiamata. Non solo, abbiamo accordi con le stazioni ecologiche di Castenaso, Ozzano, Pianoro e Bologna. Quindi se qualcuno non vuole chiamare Hera può recarsi direttamente nei comuni limitrofi. Inoltre abbiamo anche un bus che passa due volte a settimana a ritirare i rae : le cartucce delle stampanti o gli elettrici, sempre a titolo gratuito”.

La stazione ecologica non era più a norma dopo che la Regione ha stabilito nuovi parametri di riferimento. La nuova struttura dovrebbe sorgere in via Martiri del Lavoro in zona Cicogna: “In attesa di realizzare la nuova stazione ecologica – conclude Isabella Conti -  stiamo concludendo un percorso giuridico che ci consentirà di avere una sede provvisoria”. 
 

Potrebbe interessarti

  • La mappa degli outlet a Bologna: dove fare ottimi affari

  • Accadde oggi: il 24 giugno crollò la Rupe di Sasso

  • Laghi a Bologna: dove rinfrescarsi lontani dal caos

I più letti della settimana

  • Possibili temporali in arrivo, diramato bollettino di allerta dalla protezione civile

  • Aeroporto, volo Bologna-Kos, passeggeri: "A terra da 12 ore come ostaggi virtuali"

  • Maltempo, grandine in provincia: strade chiuse, auto distrutte e finestre in frantumi

  • Maltempo e grandine: "crivellate" le finestre di via Natali e via Weber

  • Accadde oggi: il 24 giugno crollò la Rupe di Sasso

  • Maltempo e grandine, Caliandro: 'Il Governo risarcisca i danni alle auto private'

Torna su
BolognaToday è in caricamento