Pasquetta, boom di turisti sotto le Due Torri

Ieri sin dalle prime ore del mattino la fila verso al torre degli Asinelli si inoltrava dentro Strada Maggiore. I bolognesi hanno invaso anche Colli e giardini

Dati ufficiali è ancora troppo presto per averne, ma si può dire già che la pasquetta sotto le Due Torri sia stata dominata dai turisti in visita, stranieri e non. Sin dalla prima mattina infatti in molti, cappello in testa e cartina in mano, hanno affollato il crescentone e fatto la fila sotto la torre degli Asinelli.

La fila per salire in cima si snodava fin lungo Strada Maggiore inoltrata, mentre altre terrazze sulla città -San Petronio e San Luca- rimangono aperte anche se meno famose o meno accessibili. Per chi invece di città non ne poteva più ha cercato il verde nelle vicinissime prossimità della cinta muraria: presi d'assalto parchi e giardini. Oltre ai classici giardini Margherita, affluenza straordinaria anche a Talòn, Ca' Bura, e Villa Angeletti. Per chi, tra i 'locali' non se la è sentita di andare a vedere il mare di aprile, l'oasi verde di Monte Donato ha fornito rifugio, con vapori delle griglie che salivano copiosi.